Samsung, le lavatrici saranno sempre più “intelligenti” e connesse

WW8800M è una nuova lavatrice che Samsung ha mostrato a Berlino. Tecnologie per evitare sprechi, dosare acqua e detersivi, offrire consigli, inviare notifiche allo smartphone.

Tra le novità presentate da Samsung all’IFA di Berlino, la lavatrice WW8800M con una tecnologia di lavaggio denominata QuickDrive. Il produttore spiega che questa è in grado di evitare sprechi prelevando in automatico la giusta dose di sapone dalla vaschetta in base al peso e all’ingombro dei panni.

Addwash

Altra novità è Q-Drum, un tamburo ruota in senso inverso rispetto al cestello stesso e una piastra sul retro che ruota in modo indipendente, spingendo i vestiti non solo in alto e in basso, ma anche avanti e indietro, elemento che dovrebbe consentire di ridurre quasi della metà i tempi di ogni lavaggio (39 minuti contro 70), con ovvio risparmio energetico rispetto ai tradizionali programmi di lavaggio.

Tecnologie di “assistenza intelligente” integrate nel dispositivo assistono l’utente e offrono raccomandazioni per ottimizzare i cicli di lavaggio in base al colore, ai tessuti e al livello di sporcizia. Tutto è ovviamente controllabile da un’app denominata Smart Control dalla quale verificare a che punto è il lavaggio e ricevere avvisi per stendere il bucato al momento giusto.

Altra tecnologia già vista su altri prodotti della casa è AddWash. Se abbiamo dimenticato qualcosa (es. il classico calzino trovato sotto il letto), non dovremo preoccuparti di avviare due volte la lavatrice. AddWash consente infatti di inserire i capi a lavaggio già avviato. Basta aprire l’oblò e aggiungere quello che desideriamo. Se dobbiamo solo risciacquare o fare la centrifuga, possiamo ricevere una notifica quando è il momento giusto per inserirli nella lavatrice.

 

samsung le lavatrici

Samsung punta alla sinergia tra più rami, collegando più prodotti a un ecosistema IoT esterno che dovrebbe fornire valore aggiunto ai clienti. Obiettivo della casa sud coreana è permettere entro il 2020 di gestire e controllare tutto via cloud, con un’app, Bixby (l’assistente vocale di Samsung) ma anche assistenti di terze parti quali Alexa, Google Home e “altri servizi”. A beneficiare del tutto anche SmartThings, la piattaforma per la domotica e il monitoraggio smart di casa Samsung. Ne dovremmo sapere di più a ottobre nel corso di una specifica conferenza per sviluppatori.

samsung le lavatrici