Apple HomeKit avrà successo ma non adesso

Ci vorranno quasi 10 anni per avere successo, ma Apple HomeKit guadagnerà terreno rispetto ai concorrenti principali, Amazon e Google. La spinta arriverà anche da nuovi servizi di Cupertino disponibili su prodotti non Apple

Apple HomeKit avrà successo ma non adesso

La piattaforma per la domotica di Cupertino è nata nel 2014 ma è stata rapidamente superata, in termini di dispositivi compatibili e utenti, da Amazon e Google: secondo le previsioni di IDC il successo di HomeKit arriverà, anche se lentamente, da qui al 2023.

Anche per il previsto successo di HomeKit viene indicato un ruolo chiave dell’ecosistema Apple, soprattutto per quanto riguarda la base di dispositivi iOS e macOS installati, ma non sarà l’unico fattore trainante. Secondo gli analisti saranno anche i servizi Apple e le sue app resi disponibili su dispositivi non Apple ad accelerare l’adozione di HomeKit.

Ricordiamo che già al CES 2019 sono stati annunciati diversi televisori dei principali marchi in arrivo con supporto AirPlay 2 e HomeKit. LG ha annunciato l’arrivo in Italia dei suoi nuovi TV OLED e NanoCell con Airplay 2 e HomeKit: in questo articolo trovate reportage e fotogallerie della presentazione avvenuta al Teatro alla Scala di Milano.

Apple HomeKit avrà successo ma non adessoNell’analisi di mercato dei dispositivi smart home, di cui si prevede 1,56 miliardi di unità entro il 2023, emerge la posizione dominante di Amazon e Google, trainata anche dal successo degli speaker economici Amazon Echo e Google Home Mini. Questo in confronto al prezzo sensibilmente più alto richiesto invece per Apple HomePod, 349 dollari in USA, ma non ancora disponibile nel nostro Paese. Per il momento l’arrivo di un HomePod mini è emerso in alcune indiscrezioni ma finora non si è materializzato nulla.

Una crescita sostenuta nei dispositivi smart home è già prevista anche entro quest’anno: IDC prevede un balzo a doppia cifra del 26,9% fino a 832,7 milioni di dispositivi spediti entro la fine del 2019. Nel trimestre di dicembre nel mercato mondiale degli smart speaker Amazon è in testa con il 13,7% del mercato, seguita da Google con l’11,5%, mentre Apple appare solo a distanza con una quota stimata dell’1,6%.

I 10 migliori regali per chi ha o vuole creare un sistema domotico con Apple HomekitIn generale le due piattaforme concorrenti sono supportate da numerosi dispositivi di terze parti, mentre l’adozione iniziale di HomeKit sembra sia stata fortemente rallentata dagli stringenti requisiti richiesti da Cupertino. Più di recente sembra invece che Apple abbia reso la procedura più snella, non imponendo più la presenza di un chip proprietario per la sicurezza e la crittografia, che possono essere gestiti via software.

Per tutti i dettagli sui nuovi servizi Apple TV+, Apple Channels, Apple Card, gli abbonamenti per i giochi Apple Arcade, per riviste, giornali e riviste Apple News+ è possibile fare riferimento a questo nostro articolo. Per tutte le periferiche Homekit che abbiamo annunciato e provato fate riferimento alla sezione Homekit di macitynet.it.