L’auto Apple a guida autonoma viaggia sulle strade della California, il video

Ecco il video dell'auto Apple che si guida da sola, ricoperta da sensori, videocamere e radar per poter circolare in totale autonomia

Apple non ha perso tempo: dopo aver ottenuto il permesso per testare su strada le auto a guida autonoma, la multinazionale di Cupertino ha iniziato subito i test della propria piattaforma su tre Lexus SUV RX450h. Negli scorsi mesi le auto a guida autonoma di Apple sono già state fotografate nella Bay Area a San Francisco, invece adesso arriva un nuovo video ripreso da un appassionato e diffuso dalla redazione di Macrumors. Lo riportiamo in calce in questo articolo.

Il SUV, facilmente identificabile, è dotato di molteplici sensori, radar e telecamere. Nello specifico, utilizza sensori lidar Velodyne a 64 canali, due o più radar e telecamere per riconoscere tutto ciò che avviene intorno al veicolo, rilevare ostacoli, distanze e così via. Il filmato è stato catturato sulla 101 Nord, con il veicolo di Apple in uscita verso l’University Avenue di Palo Alto.

I SUV, come già noto, sono guidati da sei dipendenti Apple con esperienza in veicoli autonomi; si mette così in strada, in via ufficiale, il progetto di auto-guida che il colosso ha studiato in segreto per molti anni, quando si parlava addirittura di introdurre sul mercato un veicolo Apple, la nota iCar.

auto apple

Si dice che la società abbia concesso tutto il 2017 al proprio team per dimostrare la fattibilità di un sistema di guida autonoma. Tale sistema potrebbe consentire all’azienda di collaborare con produttori di veicoli per introdurre qualcosa di simile ad una versione avanzata di CarPlay, tecnologia che in futuro non è da escludere in un vero veicolo Apple.

Semmai Apple dovesse realmente lanciarsi nello sviluppo della iCar, difficilmente riuscirebbe a mantenere il segreto, giacché In California le aziende che partecipano a programmi di test per veicoli autonomi devono presentare dei report contenenti dettagli importanti, tra cui miglia percorse, eventuali incidenti e altro ancora. Difficile, dunque, pensare di poter nascondere l’auto, come se si trattasse di un nuovo iPhone, o iPad.