World Emojii Day: le faccine usate da 8 italiani su 10

Le emoji diventano sempre più presenti e importanti nelle conversazioni utente: 8 persone su 10 le utilizzano regolarmente.

Whatsapp, LOL e faccine tra i termini più cercati dagli italiani su Google

Il 17 luglio si festeggia il World Emoji Day, dedicata al nuovo modo di chattare tra gli utenti di tutto il mondo. La piattaforma Top Doctors, che seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici specialisti di tutto il mondo, ha condotto un’indagine per capire quanto gli italiani utilizzano le emoticon e che importanza queste assumono nell’era della comunicazione digitale. Il risultato sembra ormai scontato, considerando che diventano di uso sempre più comune.

Stando ai risultati, la diffusione delle emoticon è pressoché totale: l’83% del campione le utilizza spesso o, addirittura, in ogni conversazione tramite le consuete app di messaggistica, da WhatsApp a Facebook, da Instagram e iMessage. ? curioso scoprire che in molti le utilizzano per dare un tocco di colore alle conversazioni, che per loro natura possono apparire fredde, o comunque neutre. Del resto, una qualsiasi frase può assumere un significato differente a seconda della diversa emoji utilizzata.

Quattro persone su 10 scelgono le emoticon per trasmettere le proprie emozioni, mentre altre 2 per dare il giusto tono a una frase altrimenti, che potrebbe risultare ambigue e piatte. Si tratta di uno strumento immediato, alla portata di tutti, per esprimente anche un pensiero articolato, per impreziosire i discorsi, rafforzare emozioni, o esternarle senza dover scrivere fiumi di parole.

Secondo il rapporto:

L’utilizzo della simbologia emoji serve a ridurre l’ambiguità, ad alleggerire il messaggio o a rafforzarlo, a renderlo originale e allegro. Di fatto è una comunicazione non verbale di tipo visivo che arriva immediatamente a quelle aree del cervello che si apre all’immaginario esperienziale e crea una vicinanza emotiva più forte delle parole

Del resto, aggiungiamo noi, è un metodo di scrittura che può essere utilizzato anche dai più piccoli, che trovano in queste faccine la via più semplice per esprimersi, ancor prima di saper articolare discorsi testuali più complessi.

Apple ha puntato molto, ultimamente, sulle emoji, tanto da trasformarle in personaggi animati, con le Animoji, o da restituirgli sembianze più umane, con le Memoji.