Il 5G mostra i muscoli nella demo in VR di droni e video 4K di ZTE

A L’Aquila la dimostrazione di UAV HD e Panorama VR prima del lancio in commercio del 5G: le esperienze immersive coi visori alla super-velocità

Il 5G mostra i muscoli nella demo in VR di droni e video 4K di ZTE

ZTE insieme a Wind Tre ha effettuato una dimostrazione di UAV HD e Panorama VR live streaming nell’ambito dello ZTE Wireless User Congress e Summit 5G a L’Aquila, adattando cioè il sistema mobile 5G ad elevata larghezza di banda e 5G a bassa latenza destinato al commercio per rendere possibile lo streaming live di video panoramici in 4K e voli dal drone controllati tramite visori VR.

Di fatto tramite la rete 5G i video catturati dalla fotocamera UAV e dalla telecamera panoramica vengono trasmessi al server cloud e quindi agli utenti finali, che sono così in grado di godere della vista aerea attraverso il grande schermo e di sperimentare la vista panoramica con occhiali VR. Dotata di alta affidabilità, latenza molto bassa e banda ultra-larga, la tecnologia 5G – in arrivo nei primi mesi del 2019 – accelererà l’incubazione e lo sviluppo di servizi innovativi.

Il 5G mostra i muscoli nella demo in VR di droni e video 4K di ZTE

«È prevedibile che in futuro lo streaming live UG e VR 5G sarà ampiamente utilizzato in videoconferenze, monitoraggio della sicurezza, concerti, giochi sportivi e in molte altre occasioni» ha affermato Xiao Ming, SVP, Presidente di ZTE Global Sales «ZTE e Wind Tre approfondiranno ulteriormente la cooperazione per condurre ricerche e convalide sulle prestazioni tecniche 5G, architettura di rete, integrazione di rete 4G-5G e applicazioni 5G, come AR / VR, smart city, sicurezza pubblica, assistenza sanitaria 5G, e Industria 4.0».

ZTE ha istituito a L’Aquila il Centro Ricerche 5G nel febbraio 2018. Identificata tra le cinque città chiave dal Ministero dello Sviluppo Economico, L’Aquila è stata infatti selezionata come uno dei primi siti commerciali pilota 5G e pianificata per condurre una serie di verifiche sul 5G dal 2018 al 2020, anno in cui questa tecnologia dovrebbe tra l’altro prendere approdare su iPhone.