Pet Feeder Smart, i migliori distributori di cibo automatici per gatti e cani

Pet Feeder Smart, i migliori distributori di cibo automatici per gatti e cani

Quanto è faticoso dar da mangiare al proprio animale domestico? Per nulla in realtà, specialmente se mangia crocchette o altro cibo essiccato che non richiede alcuna preparazione. Però ci sono casi in cui se ci fosse qualcuno ad assolvere a questo annoso compito, sarebbe una fortuna. Pensiamo per esempio a quelle case in cui per una buona parte della giornata tutti i componenti della famiglia sono fuori per scuola, sport o lavoro, oppure in situazioni di emergenza come potrebbe essere un ricovero in ospedale (improvviso o programmato che sia), ma anche questioni più piacevoli come una breve vacanza o una gita fuori porta che comincia e si conclude in pochi giorni.

In casi come questo non ci sono molte alternative: o si lascia il cane a un amico o un parente (in casi estremi si può eventualmente ingaggiare un dog sitter), oppure lo si porta con sé. Ma come dicevamo ci sono occasioni in cui non è proprio possibile, coi gatti poi il discorso sarebbe ancora più complesso perché sono animali tendenzialmente molto territoriali e difficilmente sopporterebbero traslochi temporanei o il continuo via-vai di persone in casa. E allora che si fa?

Pet Feeder Smart, i migliori distributori di cibo automatici per gatti e cani

Il pet feeder può essere un’altra soluzione che rispetto alle precedenti risulta maggiormente versatile, autogestibile e piuttosto economica. Per dirla in italiano, si tratta di un distributore automatico di crocchette per cani e gatti, che in alcuni casi può essere controllato a distanza e che principalmente viene programmato in modo tale da erogare una certa quantità di cibo in diversi momenti della giornata.

Ma c’è pet feeder e pet feeder: alcuni si fondono con il sistema domotico presente in casa e può perciò essere programmato in maniera ancora più profonda, altri hanno perfino una telecamera per controllare se il cane (o il gatto) ha mangiato, altri ancora permettono di pre-registrare un messaggio vocale in modo da farlo sentire un po’ meno solo. E poi differiscono per capacità del serbatoio (e quindi per numero di pasti in grado di erogare), per numero di ciotole che può riempire. E via così, con un elenco di modelli che si possono adattare a questa o quest’altra situazione. Attraverso questo articolo la nostra redazione ha pensato così di raccogliere i migliori attualmente in vendita su Amazon per facilitare la scelta di uno o dell’altro.

Pet Feeder Smart, i migliori distributori di cibo automatici per gatti e cani

Ma prima di procedere, un consiglio: non abusate di questi dispositivi, perché gli animali domestici, per stare bene, hanno comunque bisogno d’amore, e non c’è coccola o passeggiata migliore di quella fatta con la propria famiglia che un robot come questo possa sostituire: perché anche il semplice gesto di versare le crocchette nella ciotola, specialmente nel caso dei cani, ne aumenta il benessere, in quanto riconosce in quella persona la figura di chi si prende cura di lui e ne può approfittare anche per una carezza prima di accedere al suo pasto.


PETKIT FreshElement SOLO

pet feeder

Questo modello è tra i più eleganti: ha un serbatoio con capacità di 3 litri e secondo la scheda tecnica può così contenere indicativamente 1,33 chili di cibo secco, che nel caso dei gatti dovrebbe equivalere all’incirca ai pasti di due settimane. E’ dotato di ciotola costruita in acciaio inox 304 con diametro da 14,5 millimetri posta con una inclinazione di 6 gradi «per proteggere la colonna vertebrale», che come per il serbatoio può essere rimossa e lavata con facilità.

La struttura è semitrasparente in modo tale da permettere di dare un’occhiata a quante crocchette restano senza dover aprire il coperchio del distributore, che è dotato di un sistema a doppia chiusura per mantenere il cibo fresco. Può essere usata solo con crocchette che hanno un diametro massimo di 12 millimetri e funziona sia collegandolo alla rete elettrica che a batterie (ne usa 4 di tipo ministilo AAA che potrebbero essere comunque inserite in modo da esser certi che funzioni anche in caso di interruzione di corrente).

E’ dotato di WiFi che permette di erogare una dose extra a distanza, operazione che si può comunque fare schiacciando il pulsante presente sul distributore. E ovviamente c’è l’app, imprescindibile per poterlo usare perché è da li che si programmano i vari pasti, la cui erogazione può essere programmata a multipli di 10 grammi per dose.

Si compra su Amazon a 75,99 euro.


PUPPY KITTY

pet feeder

Questa versione è adatta alle case poco o per nulla domotiche (e alle famiglie anti-tecnologia). Non ha il WiFi quindi non c’è l’app per configurare i pasti, che si gestiscono invece direttamente tramite la pulsantiera incorporata (e lo schermo LCD dal quale seguire le varie impostazioni). Si possono programmare fino a 4 pasti al giorno, e in base al tipo di dosatore installato si può decidere la quantità di cibo da erogare per ogni pasto: c’è infatti la ruota che consente di erogare un massimo di 39 porzioni da 10 grammi ciascuna (quindi per un massimo di 390 grammi) oppure, con la ruota più piccola, si procede a step di 5 grammi fino a un massimo di 195 grammi.

Il serbatoio è da 6,5 litri, quindi indicativamente prima di dover essere ricaricato può occuparsi di un gatto per un mese o per un cane fino a due settimane. Il serbatoio si lava facilmente perché è removibile e c’è un sensore a infrarossi che tiene d’occhio l’erogazione per evitare la fuoriuscita delle crocchette. C’è anche un allarme che ricorda di ricaricarlo quando il cibo immagazinato sta per terminare. Anche qui ci sono delle guarnizioni salva-freschezza sul coperchio e la possibilità di scegliere il tipo di alimentazione, tramite corrente oppure installando tre batterie di tipo LR20 D.

In aggiunta qui è possibile registrare un vocale lungo massimo 8 secondi che si può far ripetere fino a tre volte, da utilizzare per richiamare l’attenzione dell’animale domestico ed invitarlo al pasto.

Si compra su Amazon a 79,99 euro.


Balimo Alex

pet feeder

Questo distributore di crocchette si collega alla rete WiFi a 2.4 GHz e si programma tramite l’app Tuya Smart (serve un dispositivo Android 5 o un iPhone con almeno iOS 7): poi, anche in caso di interruzione di corrente, quello che si è scelto rimane in memoria. Si alimenta via cavo ma si possono mettere dentro tre batterie di tipo LR20 D in caso di emergenza, e include la funzione di registrazione per un vocale di massimo 10 secondi. Può erogare fino a 6 pasti al giorno, ciascuno dei quali da massimo 60 grammi (con regolazione a step di 6 grammi) e presenta un pulsante per una alimentazione supplementare da erogare al bisogno.

E’ dotato di serbatoio da 4 litri e sistema anti inceppamento per evitare che le crocchette si incastrino durante l’erogazione. Come il primo, essendo collegato alla rete domestica si può controllare anche a distanza (ad esempio dall’ufficio).

Si compra su Amazon a 89,99 euro.


PawMate

pet feeder

Anche questo pet feeder si controlla tramite l’app Tuya Smart Life, ha un serbatoio da 4 litri e può erogare fino a 8 pasti al giorno, ciascuno da un massimo di 20 porzioni. Funziona a corrente o con le tre batterie tipo LR20 D in emergenza, e può gestire crocchette da massimo 10 mm di diametro.

Il serbatoio e la ciotola sono removibili e il coperchio è trasparente, in modo da avere sempre sott’occhio la quantità di cibo disponibile al suo interno. Rispetto alle altre si distingue per la forma triangolare salva-spazio, in quanto consente di posizionarlo agevolmente in un angolo.

Si compra su Amazon a 70 euro.


HoneyGuaridan

pet feeder

Ottimo sia per chi non vuole essere vincolato dal sistema WiFi, sia per chi ha due animali domestici da gestire: questo distributore infatti presenta due erogatori e due ciotole in acciaio inox 304, che eventualmente possono essere sganciati per trasformarlo in un distributore per una sola ciotola.

Monta un serbatoio da 4 litri (circa 1,6 chili di cibo secco) e può gestire crocchette dal diametro massimo di 12 millimetri. Si possono programmare (tramite schermo e pulsantiera integrati) fino a un massimo di 6 pasti al giorno, ciascuno fino a 48 porzioni da 6-8 grammi, quindi per un massimo di 384 grammi a pasto. Include il sistema di registrazione per un vocale da 10 secondi, alimentazione secondaria con 4 batterie di tipo LR20 D e un coperchio con sistema di bloccaggio per prevenire aperture accidentali e una guarnizione salva-freschezza.

Presenta inoltre una luce LED blu che si accende quando le crocchette immagazzinate stanno per finire e un’apertura laterale per tenerle comunque d’occhio senza dover aprire il coperchio.

Si compra su Amazon a 89,99 euro.


Bonus: sistema Furbo

pet feeder

Aggiungiamo come extra questa particolare telecamera per cani, perché è a metà tra un sistema di controllo a distanza e un gioco con premio per intrattenerlo. Da un lato infatti consente di dare un’occhiata a quello che succede in casa sfruttando la videocamera Full HD con angolo di campo di 160 gradi (con zoom 4x all’occorrenza) e visione notturna: in più grazie a microfono e altoparlante integrati permette l’audio bidirezionale e quindi di comunicare a distanza con il proprio cane. In tal senso è anche in grado di riconoscere quando il cane abbaia, segnalandolo immediatamente al proprietario tramite una notifica sullo smartphone.

Dall’altro lato è un vero e proprio lancia-croccantini: nel serbatoio ce se ne possono mettere un centinaio (dal diametro massimo di 1 centimetro) e, tramite l’app, fare in modo che il dispositivo li “spari” attraverso l’apertura frontale. L’azienda assicura che ogni lancio è diverso dal precedente, rendendo così tutto il processo casuale e interattivo. Supporta anche Alexa, così è possibile controllarlo a distanza anche tramite la voce, ad esempio per lanciare un croccantino mentre si esce di casa, così il cane è distratto e non soffre troppo il momento.

Furbo si compra su Amazon a 199 euro.


Di più…

Se volete leggere le altre guide pubblicate dalla nostra redazione potete fare riferimento a questa sezione del nostro sito. Se siete interessati invece alle novità dal mondo della domotica, qui c’è l’area dedicata.

Articolo precedenteTim Cook parteciperà al discorso di commiato della Gallaudet University
Articolo successivoGrazie alla tecnologia l’era della solitudine è finita per sempre, o forse no