Apple, trattative in corso con HarperCollins per contenuti del tablet

di |
logomacitynet696wide

La casa di Cupertino e l’editore HarperCollins starebbero trattando per portare e-book sul nuovo tablet, con prezzi e modalità di distribuzione simili al modello App store. Libri e riviste a colori con audio, video e contenuti extra?

Apple e l’editore HarperCollins starebbero accordandosi per portare e-book sul presunto nuovo tablet, con prezzi e modalità  di distribuzione simili al modello App store. A riferirlo è The Wall Street Journal, il quale fa sapere che i contenuti sarebbero e-book avanzati con filmati ed “extra” quali interviste agli autori e applicazioni di social-network. Volumi specifici per il tablet potrebbero avere costi più alti dei 9,99$ tipici degli e-book bestseller e – benché non è chiaro se il sistema distributivo si appoggerà  ad iTunes o ad uno store specifico – questo genere di contenuti dovrebbe andare molto al di là  di quanto permesso da Amazon e dal suo Kindle. Il dispositivo di Amazon, infatti, non offre la possibilità  di visualizzare colori e non può visualizzare video, due elementi che potrebbero, invece, essere ampiamente sfruttati da Apple e dai suoi partner.

“Amazon potrebbe essere tagliata fuori dal mercato degli enhanced e-book fino a quando il Kindle non offrirà  caratteristiche simili. Tuttavia, il Kindle costa 259$, mentre il tablet di Apple – riferiscono gli analisti – potrebbe costare sui 1000$” fa sapere sempre The Wall Street Journal.

Ricordiamo che a fine novembre dello scorso anno, anche Conde Nast (altro grande editore americano), ha fatto sapere di essere pronto alla sfida dell’ipotetico tablet e da più parti indiscrezioni mai confermate parlano di trattative in corso con Disney, CBS e altri colossi dell’informazione. Il modello di distribuzione che Apple avrebbe adottato è identico a quello già  adottato con gli sviluppatori dell’App store: 30% alle casse di Cupertino e il resto agli editori, un sistema molto più redditizio e conveniente per gli editori rispetto a quello adottato da Amazon (50% e 50%) per la pubblicazione di e-book per l’e-reader Kindle.

Tablet o non tablet, ne sapremo certamente di più il 27 gennaio, nel corso dell’evento preparato da Apple allo Yerba Buena Center of Arts di San Francisco.

HarperCollins, lo ricordiamo è una casa editrice di proprietà  di Rupert Murdoch. Tra i marchi controllati: Collins (libri di storia naturale, guide, dizionari), Avon, Amistad, Ecco, Eos, Greenwillow Books e molti altri ancora.
[A cura di Mauro Notarianni]