BlackBerry, ecco il concorrente di App Store

di |
logomacitynet696wide

Il negozio online BlackBerry App Store inizia oggi la sua attività : è disponibile con un catalogo di circa 1.000 applicativi, dalla produttività  all’intrattenimento e giochi. Inizialmente disponibile per gli utenti BlackBerry di Stati Uniti, Canada e Regno Unito, successivamente seguiranno le versioni per gli altri paesi.

Oggi il primo concorrente di App Store di Apple è entrato ufficialmente in funzione: si chiama BlackBerry App World ed è lo shop online disponibile per gli utenti che utilizzano smartphone della società  canadese RIM. Il servizio è già  disponibile per gli utenti che risiedono in Stati Uniti, Canada e Regno Unito, successivamente è prevista l’apertura per gli altri paesi.

Il negozio online è raggiungibile direttamente dai terminali tascabili previo download di un programma disponibile in questo collegamento. Fin dal primo giorno BlackBerry App World offre un catalogo di circa 1.000 applicativi suddivisi in 13 categorie diverse: intrattenimento, giochi, mappe e navigazione, musica e video, notizie e meteo, finanza personale e banca, salute e benessere, produttività  e utility, professionale e affari, riferimento e libri elettronici, social network e condivisione, sport, viaggi.

Oltre alle categorie, anche il funzionamento e le varie sezioni principali ricordano da vicino l’App Store di Apple, ricordiamo per esempio la vetrina delle novità , la sezione dei più scaricati, la possibilità  di effettuare ricerche, il giudizio/parere degli utenti scritto e sintetizzato sotto forma di stelle assegnate. Cambia invece l’aspetto e il colore dominante: invece della grafica “smart” e colorata di App Store, il tema grafico dominante di BlackBerry App World tende al colore nero, con un aspetto serio e lineare.

Ancora, a differenza di App Store di Apple il negozio online per gli applicativi RIM non è navigabile dal computer: l’accesso è interamente gestito dal tascabile che può essere un terminale qualsiasi di RIM: lo Store di RIM riconosce il terminale utilizzato dall’utente e visualizza solo gli applicativi adatti. Infine il negozio online BlackBerry offre una sezione battezzata My World in cui si tiene traccia di tutti gli applicativi scaricati e acquistati dall’utente: da qui è possibile rimuovere e re-installare i software, infine trasferire le applicazioni acquistate a un nuovo terminale RIM.

Da notare anche che il pagamento non può avvenire direttamente con carta di credito ma solo con da un account PayPal; infine sembra che Rim non abbia costruito una propria infrastruttura per la vendita ma poggi sul sistema di DigitalRiver, un società  specializzata nella vendita di software via Internet.

Tra gli sviluppatori e le società  già  presenti con i propri software su BlackBerry App World ricordiamo Bloomberg, Gameloft, Lonely Planet, MTV, New York Times, Pandora, salesforce, Shazam e World Mate, in definitiva molti dei nomi già  presenti su App Store per iPhone e touch. Ricordiamo che RIM attribuisce agli sviluppatori l’80% dei ricavi generati sullo store online, mentre detiene il 20% per la gestione, a differenza di Apple che assegna agli sviluppatori il 70% trattenendo il 30% per la gestione dello shop online. L’annuncio ufficiale del lancio sarà  comunicato oggi a Las Vegas in occasione del CTIA da Mike Lazaridis, presidente e Ceo della società  che dovrebbe dare indicazioni anche per i negozi degli altri paesi al di fuori da Canada, Usa e UK. L’Italia, secondo quando si era appreso in passato, dovrebbe essere inclusa nel secondo lotto, in arrivo a breve.