Cinema4D R13, ora con funzioni per creare immagini stereoscopiche 3D

di |
logomacitynet696wide

Disponibili le nuove versioni di Cinema 4D R13, software per la realizzazione di grafica, effetti speciali, painting e rendering 3D. Tra le tante novità: nuovo motore di rendering, supporto per la creazione di immagini stereoscopiche 3D, nuovo set per l’animazione di personaggi, numerose migliorie riguardanti il workflow, la modellazione e l’animazione. In commercio da settembre.

Maxon ha annunciato la nuova release 13 di CINEMA 4D, software per la realizzazione di grafica, effetti speciali, painting e rendering. 3D. Tra le nuove funzioni, di particolare rilievo: gli strumenti personaggio, le capacità stereografiche integrate, il nuovo motore di rendering fisico. La creazione di immagini fotorealistiche è resa più semplice grazie a un nuovo motore di rendering. Basato sulle proprietà di una camera reale, questo engine addizionale calcola accuratamente il motion blur 3D, la profondità di campo e la distorsione delle lenti in base alla lunghezza focale e alla velocità dell’otturatore della camera. Gli utenti possono ora creare materiali traslucidi come il latte, la pelle e la cera grazie a un nuovo shader (“subsurface scattering”) incluso sia nel nuovo renderizzatore fisico, sia nel motore di rendering standard.

L’opzione “Immagine Campione Condivisa” consente di risparmiare tempo combinando il campionemento di effetti come il motion blur, la profondità di campo, l’area ombre, l’occlusione ambientale e i riflessi sfocati. Opzioni di campionamento permettono di specificare un numero fisso di campioni o di applicarne un numero adattivo in base alla complessità della geometria e dell’ombreggiatura, o di renderizzare progressivamente ogni frame all’interno di un determinato numero di passaggi o di un certo periodo.

Nuovi filtri anti-aliasing permettono di ottenere una qualità di anti-aliasing superiore utilizzando gli algoritmi Mitchell e Gauss. Cinema4D supporta il workflow stereoscopico 3D; una funzione di conversione camera stereoscopica permette di convertire facilmente qualsiasi camera in una camera Parallela, Su Assi, Fuore Asse o Stereoscopica. Le immagini stereo possono essere viste in anteprima direttamente nell’editor 3D utilizzando i metodi Anaglifo, Interlacciato, Obiettivo o Side-by-Side. Opzioni di rendering stereoscopico permettono di renderizzare le immagini stereoscopiche o delle immagini separate per ogni singola camera in modo da creare un’esperienza 3D. Non mancano funzioni per la revisione di rendering stereo animati, per regolare il parallasse e per esportare i rendering come file stereoscopici singoli o assemblati.

Gli strumenti “Personaggio” mettono a disposizione un nuovo set di caratteristiche per l’animazione caratteriale semplificando il processo di costruzione dei rig, eliminando gli ostacoli tecnici e permettendo di animare personaggi di tutti i tipi. L’oggetto Personaggio include un rigger automatico per semplifica il processo di costruzione di un rig e lo applica ad un personaggio. Gli artisti/tecnici potranno impostare rig sagoma flessibili che qualsiasi utente potrà poi applicare facilmente al suo personaggio. Un nuovo sistema CMotion permette agli utenti di creae o applicare un walk cycle parametrico in base al movimento ciclico, permettendo ai personaggi di camminare lungo una spline e su un terreno ma anche l’inserimento manuale dei passi (può essere integrato con l’oggetto o applicato a qualsiasi elemento nella scena). Un tool per la creazione dei muscoli permette di creare muscoli con forme personalizzate ed ancorarli a joint multiple all’interno di un rig. Non mancano i deformatori per l’allungamento e lo scorrimento della pelle e il deformatore delle superfici in base alle collisioni che consente ai personaggi di interagire intuitivamente tra loro e con l’ambiente circostante.

Tra le altre novità di rilievo (troppe per essere elencate qui), numerose migliorie riguardanti il workflow, la modellazione e l’animazione. l nuovo cursore basato sulla navigazione, ad esempio, imposta automaticamente il punto di interesse per la rotazione e i movimenti in base a dove l’utente clicca per dare inizio alla navigazione. Il sistema assicura anche che la velocità di navigazione della camera sia coerente, indipendentemente dalla distanza dal punto di interesse, rendendo così più semplice considerare una porzione di un modello o di una scena. Gli attributi che utilizzano le spline possono ora essere modificati in modo più preciso con dei tipi di spline addizionali e la capacità di vedere le spline in una finestra separata. La Manipolazione Superficie offre delle opzioni flessibili con una nuova modalità “Asse Infinito” che permette agli utenti di iniziare a manipolare qualsiasi punto e un semplificato snapping delle superfici con altri oggetti nella scena. L’asse di rotazione può ora visualizzare in modo facoltativo anche la rotazione gimbal, rendendo più semplice visualizzare le situazioni in cui potrebbe verificarsi un blocco gimbal. Inoltre può anche trasformare oggetti multipli in selezioni individuali piuttosto che in gruppi.

Maxon dichiara che, tenendo conto dei feedback degli utenti, sono state apportate molte modifiche al sistema di animazione, in modo da migliorarne l’efficienza, tra cui il bloccaggio, una migliore gestione delle curve, marcatori e molto altro ancora. La versione per Mac richiede: un Mac con CPU Intel, Mac OS X 10.5.8 o versioni successive, 1GB di memoria RAM e lettore DVD. Sono supportati fino a 256 threads. L’installazione dei DVD standard occupa fino a 2.5 GB di spazio sul disco fisso.

[A cura di Mauro Notarianni]