Connettività  in fibra ottica per Xserve e G4 Desktop

di |
logomacitynet696wide

Per la prima volta su un prodotto pro di Apple lo standard di connessione a fibre ottiche su scheda Apple.
Cavi fino a 500 metri.

Alzi la mano chi poteva immaginare qualche mese fa che Apple potesse così seriamente entrare, non senza irruenza tecnologica, nel mercato dei server rack di grande potenza.

Oggi la rinnovata gamma dei server Mac (già , ormai Xserve è l’unico server ufficiale di Apple dopo la sparizione dei PowerMac in questa configurazione), oltre ad annunciare per fine marzo la disponibilità  anche del lungamente atteso RAID, degnamente incorpora tutto il meglio esistente sul mercato.

Tralasciando innovazioni come FireWire 800 e la confermata scelta dei capacissimi dischi Ultra ATA in luogo degli SCSI, esaminiamo della novità  assoluta di questi Xserve di Apple, la connessione a fibre ottiche: da tempo sono disponibili schede di Adaptec e altre terze parti in grado di effettuare il collegamento ma in questo caso Apple vende direttamente una dispositivo con suo marchio.

E’ infatti possibile ordinare una scheda PCI che, aggiunta all’Xserve, all’Xserve RAID o anche al PowerMac G4 (con processore G4 da non meno di 800 MHz), fornisce un’interfaccia dual channel da 2 Gb (200 MB al secondo ogni canale per un totale di 400 MB al secondo) per collegare le porte HSS-DC2 (accettano cavi in rame flessibile o fibra ottica sottile) presenti nelle schede.

Contrariamente alle connessioni SCSI, quelle di questo tipo possono essere configurate come: point-to-point (connessione diretta tra computer e disco), loop (server multipli e un unico storage) e in switch (simile all’infrastruttura Ethernet, la più flessibile).

Viene anche fornito un cavo speciale da 2,7 metri in rame (o 2,9 metri leggendo in altre pagine di Apple) che si può prolungare con altri cavi fino ad una lunghezza massima di mezzo km (per reti metropolitane o ad ampio raggio) grazie ad adattatori denominati SFF – Small Form Factor pluggable (ormai diffusi presso le maggiori marche professionali dell’IT).

Sull’AppleStore USA la scheda è già  acquistabile separatamente al costo di 500 dollari più tasse mentre sull’AppleStore italiano è una opzione in built-to-order delle nuove macchine con un sovrapprezzo di 660 euro IVA compresa.

Una volta installata questa interfaccia il computer assume la qualifica di classe A nelle classificazioni della FCC – Federal Communications Commission statunitense.

La scheda Apple Fibre Channel PCI funziona con Mac OS 10.2.4 in versione client e in quella server (viene suggerito l’aggiornamento del sistema operativo da “Aggiornamento Software” ma al momento, ovviamente, non è ancora disponibile).