Macitynet.it

Da settembre anche 3 venderà  iPhone

di | 7/7/2008

3 Italia venderà  iPhone da settembre. Ad annunciarlo è Vincenzo Novari amministratore delegato della società . “Faremo piani competitivi anche sotto il profilo dei dati”, dichiara al Sole 24 ore.

I tentativi di Vincenzo Novari di contattare Jobs hanno avuto successo: il telefono di Apple arriverà  in Italia da settembre anche con l’operatore mobile di Hutchinson Whampoa. Questo almeno è quello che annuncia al Sole 24 Ore l’amministratore delegato di H3G Italia con una dichiarazione che ha tutte le carte in regola per creare scompiglio alla vigilia della prima grande commercializzazione di iPhone in Italia da parte di Tim e Vodafone questo venerdì 11 luglio.

Novari dichiara di aver avuto contatti diretti con Steve Jobs via mail che avrebbe assicurato la disponibilità  di iPhone 3G anche per l’operatore 3 italiano a partire da settembre. Il posticipo sulla data di lancio dell’11 luglio sarebbe dovuta a motivi di pura organizzazione. Per riuscire agevolmente nel lancio imminente Apple infatti ritiene opportuno lavorare con un massimo di 2 operatori in contemporanea.

Novari spiega inoltre che H3G offrirà  iPhone con piani, tariffe e prezzi di acquisto sensibilmente meno costosi rispetto ai due operatori apripista: “Per gli abbonamenti di porremo su fasce di prezzo meno onerose del 25-30 per cento sia in termini di minuti sia di megabyte”. L’amministratore delegato di H3G Italia dichiara inoltre che anche gli utenti che scelgono gli abbonamenti ricaricabili potranno beneficiare di un trattamento molto più conveniente: “cifra vicino ai novanta euro, contro i 499 e i 569 di Tim e Vodafone, di fronte a un impegno ragionevole di dieci- venti euro al mese”.

Ricordiamo che Tre è stata impegnata in una battaglia iniziativa fin dall’annuncio dell’accordo con Tim e Vodafone. In quel momento l’amministratore di H3G Italia aveva anche minacciato il ricorso all’antitrust per verificare se le modalità  di commercializzazione in Italia del telefono rispondono o meno alle norme in materia. Secondo quel che sostiene Novari sempre nell’€™intervista del Sole 24 Ore l’€™ufficio che regola la concorrenza nel nostro mercato starebbe per richiedere a Tre una richiesta ufficiale di chiarimento. Migliaia di clienti sarebbero andati nei negozi di Tre per chiedere informazioni su iPhone.