IBM è una delle aziende con il più alto numero di prodotti Apple

di |
logomacitynet696wide

Big Blue è una delle aziende a possedere il più grande parco macchine di Apple: 50.000 dispositivi tra iPad, iPhone e MacBook. A seguire Lowe’s, Korea Telecom, Sap, GeneTech, Sears e United Airlines.

IBM ha 30.000 impiegati che utilizzano iPhone, 10.000 che utilizzano iPad e altri 10.000 che utilizzano MacBook. Sono dati emersi nel corso di una presentazione che si è svolta all’ultimo MacWorld. I Mac e i dispositivi con iOS sono in totale 50.000 e in sostanza IBM è una delle aziende con il più alto numero di dispositivi Apple al mondo. Altre aziende conosciute che possiedono un numero elevato di prodotti Apple, sono: Lowe’s (società specializzata nella vendita di articoli per la casa e il bricolage) che vanta 42.000 addetti alle vendite con iPhone, Korea Telecom (32.000 impiegati con iPad), SAP (14.000 iPad e 6.500 iPhone), GeneTech (7000 iPad e 10.000 iPhone), Sears (5.000 iPad e 11.000 iPod touch), United Airlines (11.000 iPad in dotazione ai piloti di linea).

Per quanto riguarda IBM, la società non si fa mancare anche Blackberry e altri smartphone: 100.000 impiegati utilizzano questi dispositivi per le email, la gestione dei contatti e i calendari. Per l’automatizzazione centralizzata delle app, Big Blue ricorre a un software di configurazione proprietario denominato “Bluemac”. Tra le app di serie con i dispositivi iOS: Lotus Traveler e Lotus Mobile Connect (client-less VPN), altre per l’accesso completo alle VPN, Sametime (client d’instant messaging) e Connections (tool collaborativo che unisce funzionalità simili a quelle di FaceBook, SharePoint e Dropbox). Non mancano altre applicazioni dedicate e agli impiegati non è impedita la possibilità di installare altre applicazioni dall’App Store. 

Recentemente, con l’obiettivo di ampliare ulteriormente le funzionalità in ambito mobile di classe enterprise offerte ai clienti, IBM ha annunciato un accordo definitivo per l’acquisizione di Worklight, società a capitale privato con sede in Israele, che fornisce software mobile per smartphone e tablet (non sono stati resi noti i termini finanziari). Con l’acquisizione, le offerte lo sviluppo, l’integrazione, la sicurezza e la gestione delle applicazioni mobili, Worklight diventerà un importante tassello della strategia di mobilità di IBM e questa potrà offrire ai clienti una piattaforma per accelerare la distribuzione delle applicazioni mobili nuove ed esistenti a diversi dispositivi.  In un recente studio condotto da Big Blue su più di 3.000 CIO globali, il 75 percento degli intervistati ha identificato nelle soluzioni per la mobilità una delle principali priorità di spesa. Nel 2011, per la prima volta in assoluto, il numero di smart phone consegnati ha superato quello totale dei PC.

 

Slide IBM
[A cura di Mauro Notarianni]