IcWord e la crociata del “punto doc”

di |
logomacitynet696wide

C’è una soluzione alternativa e più comoda allo strangolare chiunque vi mandi file in formato Microsoft Word (o “.doc”) e si chiama IcWord…

Siete stanchi di Microsoft Word ma non potete fare a meno di usarlo perchè, nonostante le vostre implorazioni per RTF, amici e colleghi perseverano incessantemente nel mandarvi file “punto doc”?
Rimpiangete i bei tempi in cui potevate usare la gloriosa versione 5.1 senza curarsi di problemi di compatibilità  con la controparte Windows?

Niente paura, da oggi grazie al versatilissimo IcWord (da leggersi “I see Word”, cioè “Io vedo Word”) le notti insonni trascorse a tradurre gli incomprensibili messaggi di errore di Word per Mac saranno solo un brutto ricordo.

Qual è lo scopo dell’applicativo in questione? Permettervi di leggere e mettere le mani (limitatamente alla copia del testo) sui documenti creati con qualsiasi versione di Word per PC senza essere costretti a possedere necessariamente l’intero pacchetto Microsoft.

Nei suoi 3.4MB si spazio su disco occupato, IcWord vi permette di aprire qualsiasi file .doc, ottenerne informazioni (versione di Word con cui il documento è stato creato, nome, titolo, autore, data di creazione, ecc.), copiare negli appunti una pagina oppure tutto il documento e infine stampare.

Ma la cosa ancora più spettacolare di questo piccolo grande programma sta nel riuscire a mantenere in tutto e per tutto la formattazione del testo, una volta incollatolo in un nuovo documento di, per esempio, AppleWorks. E infatti il vantaggio di IcWord sta proprio nel poter gestire documenti creati con Word per Windows usando il nostro programma di videoscrittura preferito, sia esso Nisus Writer, AppleWorks, BBEdit, Text-Edit Plus e chi più ne ha più ne metta.

La versione attuale è la 1.1, il programma è a pagamento e costa $19.95. Datemi retta, potrebbero essere i soldi spesi meglio della vostra vita!

[A cura di Enrico Querci]