John Carmack: ”Entro due anni smartphone più potenti delle console”

di |
logomacitynet696wide

Lo storico programmatore di id Software prevede che molto presto la tecnologia di smartphone e tablet supererà quella delle console, magari rimpiazzandola completamente.

John Carmack, fondatore di id Software e padre di Doom e Quake, ha più volte elogiato la scena del mobile gaming e l’importanza che gli smartphone rivestiranno sempre più all’interno della game industry. Ebbene, stavolta lo sviluppatore statunitense ha voluto riproporre il suo punto di vista con una dichiarazione che è destinata a far discutere parecchio: la tecnologia mobile supererà nell’arco di un paio d’anni le console, e potenzialmente potrebbe sostituirla del tutto dal momento che gli utenti sono in cerca di esperienze di gioco sempre più convenienti. Per l’occasione, Carmack ha anche citato Rage HD, il primo tentativo di id Software di esplorare il mercato mobile: “È incredibile pensare che quando cominciammo a lavorare su Rage, non esisteva né iOS né iPhone. Tutto questo è successo nell’arco di tempo della creazione di un unico gioco”. Secondo Carmack, questa tendenza sarebbe già sotto gli occhi di tutti, considerando che nell’arco di un solo anno dall’uscita del primo iPad, la distanza tra la potenza dei tablet e quella delle attuali console si è ridotta drasticamente.

Certo, la situazione non va sottovalutata o presa alla leggera, ammette lo sviluppatore: “Spaventa un po’ a pensarci, perché questi enormi cambiamenti di scenario possono avvenire sotto i nostri occhi mentre lavoriamo a progetti tanto costosi. E ora dobbiamo fare il possibile per concentrare lo sviluppo dei nostri progetti e non impiegarci così tanto.” Carmack comunque non è il primo né l’unico a ipotizzare un futuro in cui le console saranno rimpiazzate da dispositivi mobile: già Mark Rein di Epic Games ha tempo fa dichiarato che l’industria si sta muovendo sempre più verso un mondo in cui gli utenti giocheranno sui loro smartphone e tablet quando in mobilità, mentre a casa collegheranno questi dispositivi alla televisione e ne fruiranno come se fossero delle vere e proprie console casalinghe.

 

 

Carmack