La Grande Mela contro Apple: i loghi sono troppo simili

di |
logomacitynet696wide

Un nuovo logo stilizzato che riproduce una mela, utilizzato per promuovere una iniziativa ecologica per una New York meno inquinata più pulita. Cupertino si oppone alla registrazione del nuovo logo sostenendo che si può creare confusione con il marchio e i prodotti Apple

New York è da sempre soprannominata la Grande Mela, non stupisce così che l’organizzazione che mira a una città  meno inquinata, più pulita e verde abbia deciso di adottare come logo una mela.

Una mela con tanto di picciolo e piccola foglia, un piccolo logo stilizzato che è apparso recentemente sui bus, sui taxi e anche sulle borse della spesa nella grandi metropoli americana.

La città  ha richiesto la registrazione del logo ma Apple ha avviato una procedura formale per opporsi alla registrazione.
Il documento è di dominio pubblico e può essere consultato in questa pagina del sito Wired, tra i primi a pubblicare la notizia.

Tramite i propri legali, Cupertino comunica che il logo della campagna GreenNYC può confondere le persone e “danneggiare considerevolmente la reputazione che (Apple) ha acquisito per i suoi beni e serivizi”.

La risposta della città  non si è fatta attendere. Gerald Singleton, l’avvocato che rappresenta New York e l’iniziativa GreenNYC afferma: “La città  sostiene che i reclami di Apple non abbiano fondamento e che nessun consumatore richierà  di confondersi”.

NYC & Company, l’azienda no-profit che si batte per una New York meno inquinata e più pulita ha depositato una controrichiesta che respinge la posizione di Apple richiedendone l’annullamento. anche questo documento è di dominio pubblico e può essere consultato in questa pagina di Wired.

Il verdetto finale è atteso in un periodo che va da sei fino a nove mesi e sulla questione l’ultima parola spetta alla Trademark Trial and Appeal Board.