Mercato PC, entro il 2011 i laptop batteranno i desktop

di |
logomacitynet696wide

l 2005 è passato alla storia come il primo anno in cui le vendite USA di notebook hanno superato per la prima volta quelle dei tradizionali sistemi da scrivania. Ora un rapporto IDC prevede che i laptop rappresenteranno più della metà  di tutti i computer nel 2011

I tassi di vendita a due cifre e sempre in crescita sono ormai un ricordo del passato per i computer desktop. Negli ultimi anni infatti la crescita dei PC desktop c’è stata ma di dimensioni modeste, con tassi registrati nell’ordine del 2 o del 3 per cento annui, una tendenza al ribasso, molto inferiore a quella invece segnata dai sistemi portatili.
Ora un nuovo rapporto IDC prevede che i notebook rappresenteranno più della metà  del totale dei computer in circolazione nel 2011.

In pratica secondo le previsioni dell’analista Doug Bell di IDC la domanda per i desktop continuerà  a crescere ma lentamente e per di più con una tendenza negativa ancora più marcata di quella registrata fino a oggi. Tutto questo mentre i sistemi portatili guadagneranno sempre più terreno diventando a ogni generazione più potenti ed efficienti.

Le percentuali evidenziate nel rapporto IDC parlano chiaro: a partire da quest’anno e fino al 2001 i laptop faranno registrare tassi nell’ordine del 16 per cento, mentre i sistemi desktop un decisamente più modesto 3,8 per cento.

Durante lo scorso anno sono stati venuti 82 milioni di notebook e circa 140 milioni di PC da scrivania. Però si rischia di non cogliere le tendenze in atto limitandosi ad osservare esclusivamente i totali complessivi. Il quadro invece risulta più chiaro prendendo in considerazione le percentuali di crescita dei due form factor. I sistemi portatili infatti hanno registrato una crescita di oltre il 26 per cento, contro un ben più modesto 2 per cento dei desktop.

Una volta stabilito l’andamento attuale e le tendenze dei prossimi anni, l’analista IDC Doug Bell afferma che Windows Vista potrà  determinare qualche opportunità  di crescita per i sistemi desktop nel periodo compreso tra la fine del 2007 e i primi mesi del 2008. Questa piccola devianza dall’andamento complessivo non modificherà  il quadro delineato e i desktop ritorneranno a tassi di crescita in diminuzione una volta esaurito l’effetto Vista previsto dall’analista.

Sono diverse le ragioni che spiegano l’inesorabile crescita dei laptop, tra le principali ricordiamo la diminuzione dei prezzi per i sistemi notebook, una tendenza in corso ormai da anni, la diffusione delle reti wireless e associata a questa le esigenze di una forza lavoro sempre più mobile. Un’indagine condotta per Pew Internet and American Life Project ha evidenziato un raddoppio delle reti wireless domestiche tra il 2005 (una famiglia su 10) e il 2006 (una famiglia su cinque). La stessa ricerca ha riportato inoltre che circa l’ottanta per cento dei portatili è dotato di serie di tecnologia wireless, mentre quasi il 90 per cento degli utenti laptop sfrutta un collegamento senza fili nella propria abitazione.

[A cura di L. M. Grandi]