Microsoft lancia l’€™ultimatum a Yahoo

di |
logomacitynet696wide

Microsoft vuole Yahoo a tutti i costi. Lettera ai vertici di Yahoo: “rispondente entro tre settimane o porteremo la sfida dentro al vostro consiglio di amministrazione”. Ballmer ribadisce: “Nessuna intenzione di alzare il prezzo”.

Per la proposta di acquisto di Yahoo da parte di Microsoft ora c’€™è l’€™ultimatum: se entro tre settimane non ci sarà  un risposta positiva, Redmond lancerà  una scalata ostile. A chiarire le intenzioni dell’€™azienda di Bill Gates è una lettera scritta dall’€™amministratore delegato Steve Ballmer al consiglio di amministrazione di Yahoo.

Con toni piuttosto perentori e già  da oggi, ben prima dell’€™attacco frontale, non troppo amichevoli, Ballmer fa sapere che se non sarà  stato raggiunto un accordo entro tre settimane la sua società  sarà  ‘€œcostretta a portare l’€™offerta direttamente agli azionisti’€, intendendo con questo la possibilità  di una battaglia proxy ‘€œper eleggere un gruppo alternativo di consiglieri nel vostro amministrazione’€. In termini pratici, per chi non fosse esperto in materia, questo significa che Microsoft è intenzionata a portare alle estreme conseguenze la sua volontà  di mettere sotto controllo Yahoo, ovvero presentare l’€™offerta agli azionisti scontenti e convincerli a votare un differente gruppo direttivo che a quel punto dall’€™interno di Yahoo, spingerebbe verso Microsoft l’€™azienda.

Ballmer nel suo messaggio rende chiarissima l’€™intenzione di Microsoft di non voler alzare il prezzo come invece avrebbe desiderato Yahoo. ‘€œIl vostro numero di pagine viste e la vostra percentuale di mercato sono scese dal momento della nostra offerta e le scenario globale dell’€™economia peggiorato’€. Microsoft, che aveva offerto 44.6 miliardi di dollari per comprare Yahoo, accusa Yahoo di essere impegnata a girare intorno al nocciolo della questione e di non voler giungere alla definizione finale ‘€œquesto nonostante non ci siano – dice Ballmer facendo riferimento a trattative iniziate e poi abortite con Aol, News Corp. e altri – reali alternative. Siamo certi – aggiungere il Ceo di Microsoft – che anche la maggioranza dei vostri azionisti condivide la nostra visione’€. Insomma, se l’€™offerta era buona prima, dice Ballmer, lo è ancora di più oggi e quindi non ha alcun senso alzare il prezzo.

Se Yahoo non accetterà  la proposta di Microsoft, dice ancora Redmond, l’€™offerta scenderà  ‘€œperché portare l’€™offerta direttamente ai vostri azionisti dal nostro punto di vista avrà  un impatto negativo sul valore della vostra azienda, il che si rifletterà  sul livello della nostra offerta. àˆ spiacevole vedere – chiude Ballmer – che non entrando in effettive negoziazioni con noi avete mancato di dare la giusta considerazione ad un’€™offerta che porta eccezionali benefici agli azionisti e ai dipendenti di Yahoo. Pensiamo che sia a questo punto decisivo non far sfuggire questa ultima opportunità ‘€