Monaco si lamenta, Microsoft risponde

di |
logomacitynet696wide

Il comune di Monaco pianifica il passaggio a Linux. “Microsoft costa troppo”, dice l’amministrazine comunale. Redmond, preoccupata, spedisce in Baviera il CEO in persona per mediare.

Il comune di Monaco pianifica il passaggio a Linux e Microsoft si mobilita e spedisce Ballmer in persona in Baviera.

La notizia che il CEO in persona ha fatto tappa in municipio per convincere il sindaco che il passo che la sua amministrazione si appresta a compiere è sbagliato, trapela dal giornale locale Sà¼ddeutsche Zeitung e viene confermata indirettamente da Microsoft Germania. La filiale locale del colosso di Redmond, infatti, fa sapere che effettivamente Ballmer è stato ospite in comune, ma precisando che i motivi della visita sono riservati.

In pochi però hanno dubbi sul fatto che al centro del discorso con il sindaco ci sia stata proprio la volontà  espressa dalla pubblica amministrazione di passare da Microsoft a Linux.

La scelta era stata compiuta qualche mese fa quando da una consulenza commissionata ad una società  specializzata era emerso che Monaco avrebbe risparmiato diversi milioni di euro ogni anno dal passaggio dal software Microsoft ad una soluzione Open Source.

La prospettiva che una delle più importanti e tecnologicamente città  della Germania, una delle locomotive europee nel campo dell’€™IT, potesse passare a Linux ha decisamente spaventato Microsoft. Di qui la scelta di mandare a trattare il suo principale responsabile.

La visita, pare, ha dato qualche frutto. Dietro promesse di prezzi calmierati, promessa su cui sicuramente ha avuto qualche peso il grave colpo all’€™immagine che ne avrebbe avuto Microosft, l’€™amministrazione ha deciso di posporre la scelta definitiva su qualche sistema operativo adottare al 28 maggio.

Peccato che non tutti i comuni del mondo possano avere lo stesso peso contrattuale di Monaco di Baviera’€¦