Nuovo iPhone: il rice-trasmettitore FM che forse non useremo mai

di |
logomacitynet696wide

Il chip Broadcom BCM4329 del nuovo iPhone integra anche le funzioni di rice-trasmettitore FM: in teoria questo permette di ricevere le stazioni radio su iPhone e di trasmettere la nostra musica allo stereo dell’auto senza cavi e adattatori. Ma il suo supporto da parte di Apple è un altro discorso.

Le specifiche e le funzioni del chip Broadcom BCM4329 sono note dai primi di dicembre 2008, giorno in cui è stato ufficialmente presentato al mondo. Macitynet ne ha parlato in questo articolo; dell’ultimo weekend è, invece, la scoperta delle tracce all’interno del sistema operativo iPhone 3.0.

Ora, a corredo di quanto detto, c’è chi ha notato come il chip supporti, oltre che il Wi-Fi di classe “n”, anche la ricezione e la trasmissione dei segnali FM. Da qui al supporre che Apple possa pensare di lanciare con il nuovo iPhone una serie di funzioni come ricezione di canali radio o addirittura la trasmissione in FM il passo è stato breve. A proporre l’ipotesi c’è, primo tra tutti, 9to5 Mac.

In realtà  la prospettiva di un iPhone con sintonia e, soprattutto, trasmissione in FM sembra abbastanza remota. Chi ha la memoria lunga sa bene che non basta che una certa componente supporti una certa funzione per vederla implementata in un dispositivo Apple. La funzione di ricezione FM, ad esempio, fin dagli inizi era disponibile in alcuni dei chip iPod, ma Apple non l’ha mai attivata per nessuno di essi. Più recentemente un chip Bluetooth è stato incluso nell’iPod touch, ma Apple fino ad oggi lo usa (probabilmente) solo per l’acessorio Nike+iPod.

Per altro la trasmissione in FM del suono dell’iPhone porrebbe anche qualche problema di carattere legale. In Europa è ovunque possibile, per effetto di una disposizione dell’Ue, vendere dispositivi di questo tipo, ma non in tutti i paesi è legale utilizzarli. In Italia, ad esempio, non esiste ancora una norma che liberalizza l’utilizzo di trasmettitori FM ed Apple andrebbe sicuramente incontro agli stessi problemi che stanno affrontando alcuni marchi che si occupano di accessori che importano e commercializzano anche in Italia i loro trasmettitori, ma stanno faticando non poco a trovare un sistema per proporli con efficacia di marketing al pubblico finale. Non che non siano venduti (sullo stesso store di Apple ce ne sono diversi), ma la materia non è facile da maneggiare e lo sarebbe ancor meno in un dispositivo con i volumi che avrebbe iPhone. Molto meglio sarebbe per Apple disabilitare la funzione per alcuni paesi (come è stato fatto con il GPS) o, ancora meglio, evitare proprio di proporla. In fondo un trasmettitore FM non rappresenta sicuramente quel che rappresenta un GPS che era praticamente obbligatorio per numerosi aspetti di utilizzo dell’iPhone.

Per quanto riguarda la ricezione FM, se è vero che questa potrebbe essere interessante e aprire le vie ad alcuni software “ad hoc” per la sintonia, non ci pare che rientri nello spirito di Apple. In fondo se la radio non è stata abilitata su iPod (se non per via un accessorio esterno) per quale ragione dovrebbe esserlo su iPhone? L’unica ragione “seria” e stringente che vediamo è in un sistema che permette di scoprire il titolo della canzone che si sta ascoltando sulla nostra stazione preferita (magari usando Shazam) per poi comprarla direttamente su iTunes store, cosa che iPod non era in grado di fare (perché non connesso) mentre iPhone e iPod touch sì.