Real, in Europa dalla primavera con la musica on line

di |
logomacitynet696wide

RealNetworks annuncia di avere imboccato la strada giusta per portare il suo negozio di musica on line in Europa a partire dalla primavera del 2004. “Saremo i primi tra le realtà  che operano negli USA a sbarcare nel vecchio continente”, dice la società  di Seattle.

E’€™ all’€™orizzonte il lancio del servizio di vendita di musica on line di RealNetworks in Europa. Il negozio, denominato Rhapsody, dovrebbe arrivare entro la primavera ottenendo il record di primo negozio di questo tipo di proprietà  di una società  americana a sbarcare nel vecchio continente. A riferirlo è la stessa Real ad alcune agenzie di stampa.

Rhapsody potrebbe però precedere di pochissimo tutta una serie di altri servizi similari che sgomitano per ottenere spazio nel mercato europeo. Entro la metà  del prossimo anno sono attesi, oltre che iTunes Music Store, anche Napster ma anche le britanniche MHV e Virgin senza contare i negozi gestiti da Microsoft e dall’€™italiana Tiscali che ha già  attivato il servizio in alcuni paesi europei.

Ricordiamo che, oltre che le difficoltà  determinate dalle differenti legislazioni, per i servizi di download musicale gestiti in Europa si prospetta il rischio di una causa promossa dall’€™americana E-Data che possiede un brevetto che copre la trasmissione di dati da un punto della rete ad un luogo dove questi dati vengono poi trasferite su un media fisico, come accade con il download di musica on line. Negli USA il brevetto è scaduto a gennaio ma in Europa è ancora valido ed E-Data mira ad avere delle royalties che le grandi società  non paiono essere molto propense a riconoscerle.

Rhapsody negli USA ha un catalogo di 385.000 canzoni, in streaming e 275.000 per l’€™acquisto e il download. La formula per l’€™accesso negli USA è quella dell’€™abbonamento mensile che si somma al costo (79 centesimi) per ciascuna canzone scaricata.