Su Marte in 3D anche con un Maestro Mac OS X

di |
logomacitynet696wide

Spirit sta appassionando ed emozionando chi ama l’astronomia. Mentre a Pasadena si utilizzano workstation Silicon Graphics noi possiamo “accontentarci” di usare il Mac, con la guida di un buon Maestro.

Mentre l’Agenzia Spaziale Europea archivia il fallimento della propria (dispersa), la sonda statunitense inviata su Marte è invece atterrata giorni fa sana e salva ed ha cominciato da qualche giorno la sua affascinante esplorazione del Pianeta Rosso.

La NASA elabora quotidianamente le immagini ad altissima risoluzione e i dati scientifici acquisiti su Marte, ci possiamo ben immaginare le attrezzature informatiche utilizzate nei reparti del JPL – Jet Propulsion Laboratory di Pasadena.

Nello specifico per le visualizzazioni vengono utilizzati due sistemi SGI – Silicon Graphics Onyx 300 con subsystem InfiniteReality4, ma per avvicinare sempre più la gente comune con solamente l’hobby dell’astronomia, a questo genere di risorse scientifiche, anche un semplice PowerPC da 500 MHz (ma si consigliano versioni più potenti e molto “cariche” di RAM) con Mac OS X è sufficiente per avvantaggiarsi quasi degli stessi software (27 MB).

Si chiama Maestro il visualizzatore creato dall’ente spaziale statunitense ed è utilizzabile liberamente su vari sistemi operativi: Windows XP/2k/98/ME, Linux, Solaris e Mac OS X 10.3.1 “addizionato” di Java 3D/Java AI.

E inforcando un paio di occhiali con le lenti opportunamente colorate anche le immagini “stereo” vi immergeranno tra i crateri e i canyon di Marte.