Windows 7: sei aziende su 10 non lo acquisteranno

di |
logomacitynet696wide

Secondo una indagine a cui hanno risposto oltre 1.000 società  statunitensi, circa il 60% delle aziende non ha intenzione di acquistare il nuovo Windows 7, il 34% dichiara che lo installerà  entro la fine del 2010 e solo il 5,4% lo installerà  entro quest’anno. Si ripete la storia già  vissuta con Vista?

Il 22 ottobre Microsoft inizierà  la commercializzazione del nuovo Windows 7 ma ancora una volta dal mondo delle aziende arrivano segnali che fanno prevedere una accoglienza tutt’altro che calorosa. ScriptLogic società  statunitense che offre servizi per la gestione di reti aziendali nel mondo Windows ha realizzato una indagine ha cui hanno risposto oltre 1.000 responsabili IT. Solo il 5,4% delle società  intervistate ha dichiarato che installerà  Windows 7 entro la fine di quest’anno, mentre il 34% dichiara che l’adozione del nuovo Windows 7 avverrà  entro la fine del 2010. Ben il 60% delle società  che hanno risposto al questionario ha dichiarato che non ha intenzione di migrare al nuovo Windows 7.

Anche se anteprime e recensioni di Windows 7 hanno giudicato l’ultimo nato di casa Microsoft decisamente migliore rispetto al criticato Windows Vista, dall’indagine eseguita da ScriptLogic trapela che buona parte delle aziende statunitensi ha intenzione di boicottare il nuovo sistema operativo principalmente per due ragioni: mancanza di tempo e risorse e secondariamente preoccupazioni circa la compatibilità . Circa il 42% degli intervistati ha infatti precisato che ragioni di risparmio e la mancanza di risorse da dedicare alla migrazione rappresentano i motivi principali per non adottare Windows 7. Il 39% delle società  ha invece precisato che il mancato aggiornamento al nuovo sistema è dovuto a preoccupazioni circa la compatibilità  degli applicativi utilizzati in ufficio.