iWork, Apple registra il nome

di |
logomacitynet696wide

Nuovi segnali indirizzano a credere che la suite erede di Appleworks potrebbe presto essere una realtà : Apple ha registrato il nome iWork.

Apple ha registrato il nome iWork. Quella che può essere una prova se non decisiva certamente molto importante che le voci dei giorni scorsi su una nuova suite potrebbero avere un fondamento, arrivano dall’ufficio americano che si occupa di registrare i nomi di prodotto.

Secondo alcune notizie reperite in rete Apple ha sottoposto la richiesta al Trademarks Office per il nome iWork ottenendo l’approvazione il 13 agosto. Come noto, secondo alcune indiscrezioni, iWork sarebbe proprio la denominazione del pacchetto di produttività  che dovrebbe prendere il posto di AppleWorks.

Un aspetto curioso della vicenda è che il nome era in precedenza già  registrato dalla casa di software indipendente IGG che lo utilizzava per un’applicazione che si occupa di tenere traccia del tempo e tabelle orarie e che può essere impiegata dai professionisti per la fatturazione. IGG, però, il 4 marzo aveva richiesto la sospensione del nome. Recentemente iWork è stato rinominato iBiz , anche se il vecchio nome è ancora in vigore per le versioni precedenti e digitando http://www.iggsoftware.com/iwork si viene reindirizzati alla nuova pagina web.

Al momento non è chiaro se Apple ha obbligato IGG a cambiare il nome dell’applicazione o pagato per ottenerla. La cronistoria delle variazioni del nome all’ufficio dei marchi registrati e l’elusività  sull’argomento di IGG che, intervistata, si limita a dire “che la nuova denominazione riflette meglio le funzionalità  dell’applicazione”, lasciano propendere per la seconda ipotesi.

Più difficile per Apple potrebbe invece ottenere il controllo sul nome iwork per utilizzarlo in un eventuale dominio Internet. Al momento il nome “.com” è registrato da una società  che non lo utilizza e a livello mondiale in praticamente tutti i paesi e con tutte le estensioni (.it compreso) il nome è già  in uso. Ma visto che Apple al momento non ha registrato neppure www.appleworks.com (che è registrato da un negozio di antiquariato americano), la cosa potrebbe non essere ritenuta essenziale. In fondo al pari dei casi di iMovie e iPhoto (anche questi non registrati da Apple la presenza su Internet del nome di dominio non è fondamentale, al contrario di iTunes che, invece, essendo di fatto un negozio in rete e come tale sfruttabile anche da terzi per operazioni commerciali che potrebbero fare indebitamente leva sulla popolarità  del marchio di proprietà  di Apple, è stato registrato nell’estensione .com.