fbpx
Home Macity Voci dalla Rete 3dfx: stop alle schede proprietarie

3dfx: stop alle schede proprietarie

3dfx sta per cancellare la produzione autonoma di schede. Lo annuncia il tabloid on line inglese The Register che cita fonti interne alla società .
Se la notizia fosse confermata si tratterebbe di una svolta importante che riporterebbe il produttore di chip Voodoo a due anni fa quando 3dfx semplicemente ingegnerizzava e rilasciava chips a terze parti. Questo modello, oggi seguito con successo da Nvidia, era stato respinto da 3dfx che acquistò STB, una società  specializzata in assemblaggio di parti elettroniche e adotto un approccio simile a quello di ATI che realizza interamente le proprie schede. La mossa era stata fatta per sfruttare la riconoscibilità  del marchio e, sostiene The Register, per dimostrare ai rivenditori che 3Dfx poteva continuare a dominare il mercato retail anche senza alcun supporto dalle terze parti che fino al giorno prima avevano acquistato i suoi chip.
Progressivamente 3dfx, anche per una politica di sconti attuata un po’ per sostenere la sua scelta un po’ per mantenere il mercato “in caldo” in attesa del rilascio delle Voodoo 4 e delle Voodoo 5, si è resa conto che probabilmente il modello non poteva funzionare a lungo. Ora 3dfx si deve accontentare di essere il primo produttore di schede di accelerazione retail, una soddisfazione da poco se si considera che però il mercato è dominato da Nvidia, montata da numerosi produttori che sommati surclassano i produttori di Voodoo.
Ora la sfida per 3dfx è convincere i vecchi partner a tornare all’ovile dopo averli scacciati in malo modo. Al momento è difficile immaginare che cosa risponderanno Creative, Elsa e Guillemot, un tempo fedeli alleati e utilizzatori dei chip Voodoo. Molto probabilmente molto dipenderà  dalla qualità  della tecnologia Mosaic, il nome in codice del successore di Voodoo la cui entrata in produzione segnerà  anche la fine delle schede con il marchio 3Dfx.
Intanto gli utenti Mac si chiedono che cosa ne sarà  del supporto alla loro piattaforma iniziato proprio con il rilascio delle schede proprietarie prodotte da 3dfx. àˆ chiaro che i chip potranno continuare a supportare nativamente anche l’hardware Mac, ma appare altrettanto chiaro che a quel punto il futuro in ambiente Mac sarà  in gran parte legato alle decisioni che prenderanno i produttori di schede che acquisteranno in licenza i processori.
Secondo qualcuno, però, la domanda non dovrà  essere posta a 3dfx, ma ad Nvidia. Voci di mercato sempre più insistenti, infatti, sostengono che i produttori di GeForce starebbero pianificando una scalata ostile al titolo della concorrente e a 4 dollari ad azione il tentativo avrebbe ben poche possibilità  di rivelarsi fallimentare.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Black Friday: tornati disponibili gli Airpods Pro a 199,99 € invece che 279 €

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.
Articolo precedenteTutti i Palm in rete
Articolo successivoPowerBook in ribasso ovunque