fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Adobe cade con Apple?

Adobe cade con Apple?

Adobe sarà  una delle vittime della crisi di Apple? La pensano così alcuni analisti, tra cui quelli di PaineWebber, che nella giornata di ieri hanno abbassato il loro rating sul titolo della società  di prodotti per la grafica. In un documento diffuso nella giornata di ieri Ben Reitzes, uno degli esperti della società  di analisi di mercato, ha infatti declassato il titolo da “attractive” a “buy” e all’origine della decisione ci sarebbero proprio i problemi di vendite che affliggono questo trimestre fiscale di Apple. “Meno computer Apple – è il ragionamento di Reitzes – significano meno pacchetti Adobe venduti”. A questo fattore l’analista aggiunge poi il rallentamento che si sta manifestando nel numero degli acquisti informatici delle aziende e delle stampanti a colori professionali. “Tutto ciò messo insieme induce a consigliare più prudenza negli acquisti dei titoli Adobe di quanta non si sarebbe portati ad assegnarne ad un’azienda tanto aggressiva sul mercato”.
Le affermazioni di Reitzes sono state però contestate da altri colleghi, come John McPeake di Prudential Securities che nota che in molti altri casi, come nel trimestre fiscale che si è concluso nel settembre del 1999, Adobe ha venduto di più mentre mentre Apple calava il numero di macchine distribuite. In più la vendita di computer nuovi non è correlata, ad esempio, alla vendita di pacchetti di aggiornamento. McPeake ha così mantenuto il suo “strong buy” sui titoli della società  di Palo Alto.
Le voci su possibili cali di vendite di Adobe, però, hanno influenzato il suo andamento a Wall Street dove ha segnato un ribasso del 6% perdendo 8 dollari.

Offerte Speciali