fbpx
Home Hi-Tech Giochi e Console Sconfitti tutti i sistemi di protezione della Xbox?

Sconfitti tutti i sistemi di protezione della Xbox?

Un gruppo di hacker avrebbe sconfitto in maniera totale tutti i sistemi di protezione della Xbox utilizzando una semplice modifica software. La notizia è stata data in alcune mailing list nelle quali si precisa che la decisione di distribuire il patch è stata presa dopo che la stessa Microsoft ha rifiutato di trattare con lo stesso gruppo il rilascio di un boot loader (di fatto il sistema che abilita il sistema operativo all’avvio) per Linux.

“Abbiamo contattato Microsoft un me fa – dice il gruppo che si fa chiamare Free-X – segnalando la necessità  di aprire la Xbox al mondo Linux senza l’utilizzo di alcuna modifica hardware, ma non abbiamo avuto alcuna risposta. Abbiamo anche chiarito che non avevamo alcuna intenzione di aprire la Xbox alla pirateria, ma solo di renderla compatibile con Linux senza obbligare ad interventi hardware. Ma non siamo stati ascoltati”

Quando Free-X aveva contattato alcuni giornali presentato la sua richiesta, in realtà , non aveva fatto cenno alla possibilità  di “aprire” la Xbox senza alcun utilizzo di saldature o modifiche hardware. Non aveva neppure fatto cenno alla minaccia di rilascio del patch che non solo abiliterebbe l’utilizzo di Linux ma addirittura di giochi piratati. “Ma non è nostra intenzione – dichiara a ZDnet Austrialia Free-X ricattare Microsoft – anzi noi siamo contro la pirateria informatica. Eravamo pronti a fornire a Microsoft ogni tipo di informazione sugli hack in nostro possesso. Ma poichè ogni tentativo di trattativa è fallito siamo stati costretti ad utilizzare questo sistema”

I rappresentanti di Free-X si dicono ancora intenzionati ad arrivare ad un accordo con Microsoft, offrendo un elenco dei sistemi che hanno messo in atto, aiuto contro futuri tentativi di violare i sistemi di protezione e i codici sorgente.

Microsoft ha reagito minacciando procedimenti legali e di avere iniziato a valutare le affermazioni del gruppo di anonimi hackers.

Ricordiamo che le affermazioni di Free-X si dimostrassero corrette e davvero il loro sistema di modifica software fosse in grado di far funzionare Linux senza alcun intervento hardware avrebbero diritto al premio da 100.000 dollari messo in palio dal CEO di Lindows.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 765,99 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,834FansMi piace
93,209FollowerSegui