App Store, da giugno obbligatorio il supporto alle reti IPv6

Dal 1 giugno tutte le applicazioni in arrivo su App Store dovranno supportare le reti IPv6: l'obbligo arriva da Cupertino, insieme alle linee guida per procedere all'integrazione del supporto

IPv6

Da giugno Apple accetterà soltanto applicazioni che supportano le reti IPv6. L’avviso è stato annunciato dalla società con un post sul sito per gli sviluppatori, dove sono allegate le linee guida utili per procedere con l’integrazione del nuovo supporto all’interno delle app.

Di questa novità si era già parlato lo scorso anno in occasione della WWDC15 e fu ripresa con il lancio di iOS 9, primo sistema operativo mobile di Apple che favorisce l’adozione del nuovo protocollo, un passaggio evolutivo fondamentale per Internet in quanto introduce nuovi servizi e semplifica molto la configurazione e la gestione delle reti IP.

IPv6

Principalmente questo cambiamento metterà fine al problema di esaurimento degli indirizzi della precedente IPv4, rete che ne supporterebbe solo 4,3 miliardi: il nuovo iPv6 ne supporta invece un numero 7,9 x 10 ^ 28 maggiore. La maggior parte degli sviluppatori non saranno interessati a questo cambiamento in quanto non tutte le app hanno la necessità di utilizzare una rete personalizzata, basandosi piuttosto sul sistema di API di rete già pronte.

Ricordiamo che il 1 giugno è anche il giorno di inizio dell’obbligo allo sviluppo di applicazioni native per Apple Watch e compilate attraverso l’SDK watchOS 2 o successive versioni.

IPv6