fbpx
Home iPhonia iPhone App Store, arriveranno le applicazioni "vietate ai minori"

App Store, arriveranno le applicazioni “vietate ai minori”

Una classificazione che consiglia o consiglia in base all’€™età  degli utenti i programmi in vendita su App Store. Ecco la soluzione che Apple avrebbe in mente per aggirare le trappole poste del processo di approvazione dei programmi. A rivelare il meccanismo che dovrebbe entrare in vigore con il rilascio di iPhone Os 3.0 è Makayama Media, una società  specializzata in applicazioni per i dispositivi tascabili di Apple.

Makayama Media ha avuto occasione di apprendere il nuovo sistema nel contesto di uno dei sempre difficilmente interpretabili provvedimenti ‘€œcensori’€ di Apple. La sua ‘€œNewspaper(s)’€, riferisce il sito iLounge, è stata infatti respinta perché tra le tante testate on line, fornisce accesso anche a The Sun, un quotidiano inglese noto per i suoi paginoni con modelle non propriamente accollate. Ad un richiesta di spiegazioni Apple avrebbe risposto consigliando di trattenere il programma fino al lancio della versione 3.0 del sistema operativo che introdurrà  un sistema di Parental Control. Grazie ad esso sarà  possibile sottoporre e vedere approvati anche programmi, per contenuti o spirito, non adatti a tutti.

Non è chiaro come il sistema di classificazione sarà  implementato, ma è probabile che gli sviluppatori saranno avvertiti che una loro applicazione per alcune particolarità  non viene ritenuta adatta a tutti gli utenti e in quanto tale sarà  classificata come “vietata ai minori”. Quel che accadrà  dopo e prima è ancor più misterioso; Apple creerà  una sezione di App Store ‘€œvietato ai minori’€? O in alternativa, Apple si limiterà  a segnalare i contenuti non adatti a tutti nella descrizione senza relegare in sezioni chiuse le applicazioni così come fa con le liriche ‘€œexplicit’€ di iTunes store? Come sarà  implementato l’accesso a queste applicazioni? Sarà  attuato sicuramente un controllo dell’età , ma questo accadrà  al momento di registrare l’account? E chi controllerà  che l’età  fornita dall’utente sarà  quella reale e non fittizia?

La risposta si avrà  solo con il lancio del nuovo sistema operativo, nel frattempo per Apple si pone l’€™urgenza di evitare altre polemiche come quelle suscitate dall’€™approvazione, poi revocata, da Baby Shaker o quelle determinate dal ‘€œno’€ all’€™aggiornamento di nin: access, di cui abbiamo già  largamente detto nelle scorse ore.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,982FansMi piace
93,611FollowerSegui