Nuovo giro di chiave alla sicurezza: persino iCloud sarà inaccessibile ad Apple

Apple vuole creare un meccanismo di cifratura per consentire l’accesso ai dati su iCloud solo e soltanto all’utente di un account, impedendo a chiunque di ottenere i dati, Apple compresa. Una decisione che potrebbe complicare il dibattito che vede contrapposte la Mela e l’FBI.

Con una decisione che potrebbe complicare il dibattito che vede contrapposte Apple e FBI, Cupertino avrebbe deciso di rafforzare i meccanismi di cifratura usati su iCloud consentendo l’accesso ai dati solo e soltanto all’utente di un account, impedendo a chiunque di ottenere informazioni Apple compresa.

Come spiega The Wall Street Journal, iCloud può essere sfruttato per memorizzare backup dei dispositivi, messaggi, foto, note, documenti e altri dati, molti dei quali accessibili da Apple su richiesta delle forze dell’ordine. L’idea è quella di chiudere anche questa porta e cifrare i dati così da restringere l’accesso e consentire la visione delle cartelle solo e soltanto dai dispositivi dell’utente.

L’attivazione di simili funzionalità renderebbe inutili i mandati di perquisizione per l’accesso ai dati, inasprendo ulteriormente la delicata posizione della Mela con l’FBI. Come noto, Apple non vuole fornire all’ente investigativo una backdoor che consentirebbe di accedere ai dati dell’iPhone di un terrorista nell’ambito delle indagini sulla strage di San Bernardino dello scorso anno. Tim Cook ha spiegato che nel caso in questione Apple ha collaborato con le autorità fornendo i dati in loro possesso (gli ultimi backup iCloud); se saranno attivate le nuove opzioni di cifratura, in futuro Apple non potrà fornire dati neanche alla presenza della dovuta documentazione come una citazione in giudizio o un mandato di perquisizione.

Rack per iCLoud nel data center Apple di Maiden (North Carolina)
Rack per iCloud nel data center Apple di Maiden (North Carolina)
  • Saccente

    Giusta risposta alla spocchia di certi uomini di potere.

  • CAIO MARIZ®

    Ottimo, e gli sbruffoni e ignoranti dell’Fbi la prenderanno nel didietro

    • GeePa

      Staremo a vedere. Se la cifratura verrà effettuata sui loro server (come è ovvio che sia attraverso) chip hardware, NSA et simila potranno decifrare (da quello che ho capito).
      Comunque la questione è di bilanciamento della sacrosanta libertà personale/privacy/diritto di proteggersi da cybercriminali e/o psicopatici di ogni risma (che possono anche essere impiegate nelle stesse forze dell’ordine), e della sicurezza dello Stato.
      Non è materia facile da dirimere, e trovare la giusta quadra è un processo in continua evoluzione.

    • giacomo

      mi sa che è più a rischio il tuo di didietro!

      • CAIO MARIZ®

        Assolutamente no

    • IlNonno

      a forza di tirare la corda quegli sbruffoni e ignoranti del congresso ti fanno una bella legge che ti impedisce di fare tutto questo.

      resta sempre l’ingiustizia tra chi può permettersi dispositivi cosi costosi e chi no.

  • Macuser

    Per la terza volta il mio commento è:

    È l’inizio della “clandestinizzazione” del software di cifratura …

    … nel senso che la reazione dei governati “atterriti” dal terrorismo sarà sempre più orientata ad un totale divieto dell’adozione stessa dei sistemi di cifratura su larga scala e per un utilizzo generalista.

    PROIBIZIONISMO … appunto.
    ________________

    • GeePa

      Quando poi entra in ballo la contrazione economica inevitabile e derivante dal ridurre l’indice di fiducia delle persone nell’impiego quotidiano di determinate tecnologie per fare tutto, non sarà solo Apple e qualche altro big della Silicon Valley ad entrare in ballo.

  • giacomo

    Non se ne può più con sta storia della cifratura, per caso Apple sta aprendo gli Apple store in Siria e Libia?

    • Macuser

      _Chissà come mai sento “olezzo” di BravoDILDO | ⚑

  • bigG

    Ma con tutte queste scelte mi chiedo : come mai Apple continua a vendere in Cina ? Non penso che al governo cinese vada bene questa cosa …

  • bigG

    Ma con tutte queste scelte mi chiedo : come mai Apple continua a vendere in Cina ? Non penso che al governo cinese vada bene questa cosa …

  • bigG

    Ma con tutte queste scelte mi chiedo : come mai Apple continua a vendere in Cina ? Non penso che al governo cinese vada bene questa cosa …

  • bigG

    Ma con tutte queste scelte mi chiedo : come mai Apple continua a vendere in Cina ? Non penso che al governo cinese vada bene questa cosa …

  • bigG

    Ma con tutte queste scelte mi chiedo : come mai Apple continua a vendere in Cina ? Non penso che al governo cinese vada bene questa cosa …

  • Angelino Cherubini

    Cook ha ragione da vendere!! fornire il software alle Autorità Americane creerebbe un pericoloso precedente che li esporrebbe ad analoghe richieste fatte da qualsiasi giudice di un qualsiasi paese in cui Apple esporta. Pensate se un Giudice cinese facesse la stessa richiesta. Rifiutarsi comporterebbe rischiare il blocco delle esportazioni in un paese che assorbe il 25% del fatturato dell’Apple.Lo stesso per Russia ecc.