BlackMagicDesign: arriva Fusion 8 per Mac, software per effetti speciali e animazioni

Disponibile la versione public beta di Fusion 8, avanzato software di effetti speciali e animazione utilizzabile da gruppi di lavoro e sfruttato in avrie produzioni hollywoodiane.

Fusion 8

BlackMagicDesign ha reso disponibile la beta di Fusion 8, applicazione per compositing e animazioni 2D/3D per la prima volta disponibile anche per Mac. Si tratta di un completo pacchetto che permette di gestire funzioni stereoscopiche 3D, pensato per gruppi di lavoro o grandi studi. L’applicazione, nota e apprezzata, era scritta specificatamente per Windows e gli sviluppatori hanno dovuto riscriverla in gran parte, eliminando le dipendenze dal sistema Microsoft per renderla compatibile con OS X. L’applicazione è stata sfruttata in molte produzioni di Hollywood, inclusi film quali: Thor, “Edge of Tomorrow – Senza domani”t, la trilogia Tthe Hunger Games e altri.

Intravisto al NAB sei mesi fa, in Fusion 8 sono statia già integrati cambiamenti all’interfaccia con un look più moderno. Gli sviluppatori spiegano che grazie alla collaborazione tra gli ingegneri di Fusion e la comunità degli artisti VFX, in futuro sarà possibile apportare ulteriori miglioramenti all’interfaccia utente.

L’interfacia con con struttura a nodi permette di creare effetti speciali sofisticati. I nodi sono piccole icone che rappresentano effetti, filtri e altre operazioni di elaborazione dell’immagine. Questi si possono combinare in tanti modi per creare effetti illimitati. I nodi sono organizzati come un diagramma, permettendo di trovare, selezionare e spostare le varie tracce, filtri, ed effetti facilmente. A differenza delle applicazioni a cronologia, l’applicazione di Blackmagic permette di visualizzare, creare e modificare qualsiasi parte del progetto cliccando su un nodo.

Cntinaia le funzioni disponibili: keying, tracking, rotoscopio, ritocco immagine, animazione di titoli, effetti particellari e altro ancora, in uno spazio di lavoro interamente in 3D. È possibile importare modelli in 3D, nuvole di punti, visuale della videocamera, o intere scene in 3D da programmi come Maya, 3ds Max o Lightwave. I tool di deep pixel possono essere utilizzati per aggiungere effetti di nebbia volumetrica, eseguire mappatura dell’illuminazione e ombre di oggetti in post rendering tramite passaggi di world position, per consentire la creazione di effetti atmosferici, con rendering in pochi istanti, invece di ore intere.

Fusion 8 sarà disponibile in due versioni, una gratuita (con meno funzioni) e la più completa release “Studio”; sarà disponibile per Mac, Windows e Linux al costo di 995$; la public beta è già scaricabile dal sito degli sviluppatori. Fusion Studio possiede tutte le funzioni della versione gratuita, con l’aggiunta di strumenti avanzati di Optical Flow per progetti in 3D stereoscopico, sincronizzazione, e stabilizzazione. Fusion Studio inoltre offre supporto per plug-in OpenFX di terzi, rendering per distribuzione di network illimitata, e funzioni per la collaborazione multiutente per monitorare, gestire, esaminare e approvare le scene in un contesto di collaborazione creativa all’interno di team per progetti complessi.

Fusion 8