Home Macity Internet Crowdfunding per la Biblioteca Apostolica Vaticana

Crowdfunding per la Biblioteca Apostolica Vaticana

È stato annunciato un accordo tra la Biblioteca Apostolica Vaticana, Digita Vaticana, NTT DATA Corporation e Canon per regalare delle fedeli riproduzioni di un raro manoscritto di 1600 anni fa, il Folio 22 recto dal Virgilio Vaticano, alle prime duecento persone o organizzazioni che effettueranno una donazione pari o superiore a 500 euro a supporto del progetto di digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca Vaticana.

Il Virgilio Vaticano, uno dei più antichi manoscritti esistenti, risale al 400 d.C. e contiene frammenti dell’Eneide e delle Georgiche di Virgilio, con 76 pagine e 50 illustrazioni. In origine, è molto probabile che comprendesse tutte le opere canoniche del poeta latino. Il Folio 22 recto contiene un’illustrazione dell’Eneide in cui Creusa cerca di trattenere suo marito Enea dalla battaglia.

Le riproduzioni, spuige al’organizzazione per il crowdfunding, daranno l’impressione di avere tra le mani l’opera originale. Le donazioni potranno essere effettuate tramite Digita Vaticana, un’associazione no-profit che raccoglie fondi per la digitalizzazione della Biblioteca Vaticana. A partire da oggi, effettuando la donazione, sarà possibile “prenotare” la propria riproduzione che l’Associazione invierà ai suoi sostenitori nel mese di settembre.

“Ogni donazione sarà utilizzata per sostenere la nostra missione: preservare gli inestimabili manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana” ha dichiarato Maite Bulgari, Presidente di Digita Vaticana. “La riproduzione, che verrà inviata a 200 donatori, consentirà alle persone di capire come la digitalizzazione e le nuove tecnologie siano in grado di catturare l’aspetto reale e l’essenza di una pagina di un antico manoscritto di 1.600 anni fa”.

Virgilio Vaticano, foglio XXIIr , Creusa cerca di trattenere Enea dalla Battaglia, IV sec.
Virgilio Vaticano, foglio XXIIr , Creusa cerca di trattenere Enea dalla Battaglia, IV sec.

Nell’aprile 2014, la Biblioteca Apostolica Vaticana e NTT DATA hanno iniziato a lavorare al progetto di digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca, che prevede di digitalizzare circa 3.000 manoscritti entro il 2018. Il progetto complessivo della Biblioteca ha lo scopo di archiviare digitalmente tutti gli 82.000 manoscritti conservati nella Biblioteca (circa 41 milioni di pagine). I documenti in alta definizione navigabili sul sito della biblioteca, DigiVatLib , utilizzano un sistema di visualizzazione dedicato, denominato “AMLAD”. Il 17 maggio 2016, il sito web è stato rinnovato per consentire l’accesso all’archivio completo dei manoscritti. DigiVatLab soddisfa l’International Image Interoperability Framework (IIIF), uno standard aperto per facilitare l’accesso da parte dei ricercatori di tutto il mondo.

La Biblioteca Apostolica Vaticana, chiamata anche “Biblioteca del Papa”, ha sede nella Città del Vaticano. Fu realizzata da Papa Nicola V Parentucelli (1447-1455) nel Palazzo dei Papi. Nel XVI secolo, fu spostata nel Salone Sistino da Papa Sisto V Peretti (1585-1590), all’ultimo piano di un nuovo edificio costruito per delimitare a nord il Cortile del Belvedere. La sede attuale, voluta da Papa Leone XIII Pecci (1878-1903), include gli edifici adiacenti in cui la biblioteca è stata ampliata per accogliere le acquisizioni e donazioni che si sono susseguite nel corso della sua lunga storia. La Biblioteca è una testimonianza della storia del pensiero del genere umano attraverso l’arte e la letteratura, la matematica e le scienze, il diritto e la medicina, dalla prima era Cristiana ai giorni nostri. La Biblioteca comprende opere in molte lingue e culture, da quelle Orientali a quelle delle civiltà pre-colombiane. La collezione comprende 82.000 manoscritti, 100.000 unità archivistiche, 1.6 milioni di libri, 400.000 monete, 100.000 stampe, bozze e matrici e 150.000 fotografie.

Offerte Speciali

AirPods 3 come le Pro, indizi da un componente

Torna il prezzo pazzo per AirPods 2, 99,99 € su Amazon

Su Amazon tornano disponibili con uno sconto super le AirPods 2. Le si acquista a 99,99 Euro.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,962FollowerSegui