Ford e Domino’s Pizza testano le consegne a domicilio con veicoli a guida autonoma

Domino’s Pizza e Ford siglano una partnership per iniziare a consegnare pizze a domicilio con l’aiuto di un veicolo a guida autonoma.

Ford e Domino’s Pizza entro settembre inizieranno a provare le reazioni dei consumatori del Michigan consegnando le proprie pizze con autovetture a guida autonoma. Si tratta del secondo esperimento da parte di Domino’s Pizza che aveva testato la consegna ai suoi clienti in Nuova Zelanda tramite un robot.

In un post sul suo blog, Sherif Marakby, Ford Vice President, Autonomous Vehicles and Electrification, ha rappresentato le grandi ambizioni da parte del produttore di veicoli, dicendo che Ford prevede di collaborare “con più partner” nel dispiegare una flotta di veicoli ad auto guida “destinati a migliorare il movimento di persone e merci”.

In precedenza, i dirigenti di Ford avevano dichiarato che la compagnia avrebbe in progetto di lanciare una navetta a guida autonoma per le flotte commerciali, entro il 2021.

Domino e Ford forniranno pizze ai clienti selezionati in modo casuale nella zona di Ann Arbor utilizzando una Ford Fusion Hybrid dotato di tecnologia di auto-guida, anche se i veicoli di  inizialmente saranno presidiati da conducenti umani.

I clienti saranno in grado di monitorare il processo  tramite GPS e riceveranno messaggi di testo su come recuperare le loro pizze una volta che il veicolo di sarà arrivato.

Numerosi servizi hanno già sperimentato soluzioni alternative alle classiche modalità dei servizi a domicilio; non sembra però essere da tutti condivisa l’idea che l’automazione possa aiutare a risolvere alcuni problemi fra i più fastidiosi, come ad esempio consegnare pizze al quinto piano di un dormitorio universitario.

Il veicolo di prova di Ford-Domino non cercherà di risolvere difficoltà che possono emergere da casistiche di questo genere: l’auto si fermerà dalla casa del cliente, quindi non fornirà un vero servizio porta a porta.