Home MacProf Foto Digitale Recensione Foto: fa dimenticare iPhoto, ma non Aperture

Recensione Foto: fa dimenticare iPhoto, ma non Aperture

Con l’update a OS X 10.10.3 Apple ha integrato di serie nel sistema operativo la versione definitiva di Foto, applicazione nata con l’intenzione di sostituire iPhoto e Aperture. Diciamo subito che si tratta di un software completo ma molto semplice e che, se è vero in molti casi può sostituire iPhoto, a nostro avviso non è ancora sufficientemente maturo per sostituire un’applicazione professionale come Aperture.

Foto è pensato per come l’utente tipicamente scatta e organizza le foto, uno strumento di facile uso che permette di raggruppare le fotografie in base alla data e al luogo in cui sono state scattate, creare fotolibri e presentazioni, scegliere al volo la vista sullo stile di come gli scatti appaiono su iPhone e iPad. Semplici gesti permettono di zoomare un elemento (bastano due dita sul trackpad per ingrandire), modificare l’aspetto con tool di facile uso per cambiare luce, colore e altri aspetti, gestire l’archivio grazie alla libreria foto di iCloud (quando si scatta o si modifica una foto, tutti i dispositivi vengono aggiornati), sfruttare funzionalità di sharing per condividere contenuti con amici o persone che conosciamo, convertire le foto in ricordi stampati.

Primo avvio
Al primo avvio viene preparata la libreria: basta collegare una fotocamera o una scheda di memoria, trascinare le foto o scegliere dal menu “File” la voce “importa”. Trascinando una cartella di fotografie queste sono automaticamente catalogate in base alla data e al luogo dello scatto (sempre se, ovviamente, questa informazione è presente nei dati EXIF). Uno slider nella barra degli strumenti consente di diminuire o ingrandire la dimensione delle miniature permettendo con un colpo d’occhio di selezionare gli elementi desiderati in tutto l’archivio. È possibile fare click sul simbolo a forma di cuore su una o più foto e marcarle come “Preferite”.

Le precedenti librerie
osx-photo-app-choose-librarySe una o più librerie di foto sono presente nella cartella “Immagini” dell’utente, queste vengono automaticamente importate e appariranno in Foto all’avvio. Se l’applicazione individua più librerie di foto, al primo avvio viene chiesto quale libreria eventualmente aggiornare. La nuova applicazione gestisce sia le librerie di iPhoto, sia quelle di Aperture. È possibile selezionare in qualsiasi momento una diversa libreria da importare, o crearne una del tutto nuova: basta tenere premuto il tasto Alt all’avvio e indicare una libreria da un elenco, individuarne un’altra sul computer o crearne una del tutto nuova (anche su un disco diverso da quello principale). È anche possibile trascinare un file-libreria sull’icona Foto che è nel Dock per avviare l’importazione. L’applicazione è in grado di gestire le librerie di iPhoto 8.0 e seguenti. Per eseguire la migrazione di librerie di iPhoto 7 o precedente, è possibile sfruttare  iPhoto Library Upgrader, strumento prepara le librerie di iPhoto 7 o versioni meno recenti n modo da consentirne l’aggiornamento con la versione più recente di iPhoto.

La Libreria di Foto

  • Le foto sono memorizzate per default nella cartella “Immagini” (il nome del file è “Libreria di Foto”); eseguendo l’aggiornamento delle librerie di iPhoto o Aperture, la posizione di memorizzazione dei file è identica a quella originariamente scelta dall’utente.
  • Foto gestisce i file originali alla stregua di quanto era possibile fare con iPhoto o Aperture: non viene sprecato spazio se si desiderano sfruttare sia i vecchi, sia il nuovo programma per la gestione delle foto (iPhoto e Aperture non vengono cancellati, ma è possibile continuare a usarli tranquillamente).
  • Gli eventi di iPhoto diventano “Album” che è possibile individuare nella cartella indicata come “eventi iPhoto” selezionando la vista “Album” dal menu “Vista”.
  • Alcuni metadati (es. la classificazione con le stelle e le bandiere) sono trasformati in parole-chiave permettendo di eseguire la ricerca usando queste ultime.

Effetti e modifiche
Selezionando un gruppo di foto è possibile avviare una semplice presentazione scegliendo tra vari effetti (Ken burns, origami, riflessi, pannelli, stampe vintage, classico, rivista) e musiche (alcuni brani di serie o altri da iTunes). Con il pulsante destro del mouse (o l’equivalente combinazione del trackpad) è possibile ruotare in senso orario gli elementi, duplicarli, condividerli (inviandoli a Mail, Messaggi, AirDrop, Facebook, Flickr), nasconderli, ottenere dettagli sulle foto, aggiungere una descrizione, parole chiave.

Selezionando una foto con il doppio click, questa viene ingrandita ed è possibile sfruttare strumenti di modifica. La funzione “Migliora” attiva migliorie automatiche, “Ruota” gira la foto di 90°, “Ritaglia” permette di ritagliare e capovolgere la foto. La sezione “Filtri” consente di attivare una vasta serie di filtri; per ogni filtro è possibile applicare delle regolazioni (più chiaro, più scuro, colore, bianco e nero) creando effetti di impatto. La funzione “Ritocca” permette di ritoccare le foto: basta fare click tenendo premuto il tasto Opzione e trascinare il mouse sull’area di destinazione per rimuovere piccole imperfezioni. La dimensione del pennello virtuale può essere selezionato da uno slider dedicato.

Condivisione foto iCloud e streaming
Una specifica funzione di Condivisione permette di condividere foto e video con le persone da noi volute, lasciando loro aggiungere foto, video e commenti. Facendo click su “Avvia condivisione” nella sezione “Condivisione” viene eventualmente richiesto di attivare la voce “Condivisine foto di iCloud” nelle Preferenze. Come si può facilmente intuire è possibile creare album condivisi, modificarli, gestire gli iscritti, iscriversi ad album di altri. L’opzione “streaming foto” nelle preferenze iCloud dell’applicazione Foto permette di importare le foto dai dispositivi e inviare le nuove foto all’album “il mio streaming foto”.

Attivare Libreria Foto iCloud per accedere alle foto su altri dispositivi
Con Foto è possibile sfruttare iCloud Photo Library (basta avviare Foto, selezionare dal menu “Foto” la voce “Preferenze” e nella sezione iCloud spuntare la foto “Libreria Foto iCloud”. Attivando questa opzione l’applicazione carica automaticamente l’intera libreria e l’archivia su iCloud consentendo di accedere alle foto e ai video dai vari dispositivi dell’utente o dal web. In questa stessa sezione delle Preferenze è possibile specificare se scaricare gli originali sul Mac (per accedere alle versioni a risoluzione massima dei contenuti dell’intera libreria, anche quando non siamo connessi a internet) oppure “ottimizzare l’archiviazione sul Mac” (gli originali verranno archiviati sul Mac se si ha sufficiente spazio per l’archiviazione).

iCloud Photo Library gestisce automaticamente la dimensione delle librerie per ciascun dispositivo; le librerie (la libreria locale non andrà mai a riempire tutto lo spazio disponibile, ma ridurrà le sue dimensioni in automatico con il diminuire dello spazio disponibile).

Fotolibri e biglietti
Facendo doppio click sull’icona dei fotolibri, sono scaricati dei temi (è quindi facile supporre che in futuro ne saranno disponibili altri) molto simili a quelli che già abbiamo avuto più volte modo di apprezzare con iPhoto. Ogni foto aggiunta agli album può essere modificata al volo aggiungendo bordi effetti e lo zoom. È possibile visualizzare varie opzioni di layout, cambiare il colore di sfondo, aggiungere al volo nuove pagine e conoscere subito le spese finali per la stampa, indicate in alto a destra.

os-x-yosemite-macs

Altre caratteristiche
La funzione “Volti” permette di organizzare la libreria fotografica in base alle persone preferite (si possono, ad esempio, individuare al volo tutte le foto dove è presente una determinata persona). Confermando i volti, l’applicazione riconosce le persone e migliora i suggerimenti nelle corrispondenze. La ricerca delle foto può essere effettuata in vari modi, incluse parole-chiave. È possibile scegliere i metadati da visualizzare dal menu “Vista” (sezione “Metadati”).

Conclusioni (per ora)
Foto è un’applicazione sicuramente promettente, più veloce e snella rispetto a iPhoto, anche piuttosto completa per le necessità del tipico utente domestico ma non può a nostro avviso essere considerata minimamente un concorrente di Aperture o Lightrooom. Se avete sempre usato iPhoto, la nuova applicazione non è tutto sommato molto diversa in termini di filosofia d’uso e include anche strumenti nuovi o migliori rispetto all’app di vecchia generazione. Se, invece siete utenti Aperture, Foto sembrerà probabilmente un grande passo indietro: finché si tratta di gestire piccole librerie, le funzioni di catalogazione base potrebbero anche bastare, ma mancano strumenti avanzati per lavorare con i file RAW (file che Foto ad ogni modo gestisce, insieme ai principali parametri di sviluppo) che consentono di lavorare adeguatamente con, ad esempio, la correzione dell’aberrazione cromatica.

Per l’utenza professionale sarebbe stato interessante disporre di funzioni che consentono di raddrizzare e livellare oggetti sulle foto, funzioni di correzione lente, supporto base per i file video, funzionalità avanzate per la creazione di filigrane, correzione della prospettiva, strumenti per la preparazione di provini, di elaborazione in batch su cartelle, strumenti di editing professionali, funzioni che tengono conto delle modifiche apportate alle immagini, ecc. Vedremo se e come Apple farà evolvere l’applicazione: sia iPhoto, sia Aperture avevano alle spalle decine di anni di sviluppo; con il passare dei mesi nuove funzioni, plug-in e altre novità non tarderanno ad arrivare…

Recensione Foto App Apple

Offerte Speciali

Come acquistare MacBook Air M1 a rate su Amazon con carte ricaricabili

Mac Book Air M1 256 GB ancora al minimo storico, 899 €

Il modello di MacBook Air M1 nella versione grigio siderale con disco da 256 GB torna al minimo su Amazon. A 899 Euro. Prezzo più basso mai raggiunto con sconto del 19%.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,944FollowerSegui