Recensione Foto: fa dimenticare iPhoto, ma non Aperture

Con l’update a OS X 10.10.3 Apple ha integrato di serie nel sistema operativo la versione definitiva di Foto, applicazione nata con l’intenzione di sostituire iPhoto e Aperture. Diciamo subito che si tratta di un software completo ma molto semplice e che, se è vero in molti casi può sostituire iPhoto, a nostro avviso non […]

Con l’update a OS X 10.10.3 Apple ha integrato di serie nel sistema operativo la versione definitiva di Foto, applicazione nata con l’intenzione di sostituire iPhoto e Aperture. Diciamo subito che si tratta di un software completo ma molto semplice e che, se è vero in molti casi può sostituire iPhoto, a nostro avviso non è ancora sufficientemente maturo per sostituire un’applicazione professionale come Aperture.

Foto è pensato per come l’utente tipicamente scatta e organizza le foto, uno strumento di facile uso che permette di raggruppare le fotografie in base alla data e al luogo in cui sono state scattate, creare fotolibri e presentazioni, scegliere al volo la vista sullo stile di come gli scatti appaiono su iPhone e iPad. Semplici gesti permettono di zoomare un elemento (bastano due dita sul trackpad per ingrandire), modificare l’aspetto con tool di facile uso per cambiare luce, colore e altri aspetti, gestire l’archivio grazie alla libreria foto di iCloud (quando si scatta o si modifica una foto, tutti i dispositivi vengono aggiornati), sfruttare funzionalità di sharing per condividere contenuti con amici o persone che conosciamo, convertire le foto in ricordi stampati.

Primo avvio
Al primo avvio viene preparata la libreria: basta collegare una fotocamera o una scheda di memoria, trascinare le foto o scegliere dal menu “File” la voce “importa”. Trascinando una cartella di fotografie queste sono automaticamente catalogate in base alla data e al luogo dello scatto (sempre se, ovviamente, questa informazione è presente nei dati EXIF). Uno slider nella barra degli strumenti consente di diminuire o ingrandire la dimensione delle miniature permettendo con un colpo d’occhio di selezionare gli elementi desiderati in tutto l’archivio. È possibile fare click sul simbolo a forma di cuore su una o più foto e marcarle come “Preferite”.

Le precedenti librerie
osx-photo-app-choose-librarySe una o più librerie di foto sono presente nella cartella “Immagini” dell’utente, queste vengono automaticamente importate e appariranno in Foto all’avvio. Se l’applicazione individua più librerie di foto, al primo avvio viene chiesto quale libreria eventualmente aggiornare. La nuova applicazione gestisce sia le librerie di iPhoto, sia quelle di Aperture. È possibile selezionare in qualsiasi momento una diversa libreria da importare, o crearne una del tutto nuova: basta tenere premuto il tasto Alt all’avvio e indicare una libreria da un elenco, individuarne un’altra sul computer o crearne una del tutto nuova (anche su un disco diverso da quello principale). È anche possibile trascinare un file-libreria sull’icona Foto che è nel Dock per avviare l’importazione. L’applicazione è in grado di gestire le librerie di iPhoto 8.0 e seguenti. Per eseguire la migrazione di librerie di iPhoto 7 o precedente, è possibile sfruttare  iPhoto Library Upgrader, strumento prepara le librerie di iPhoto 7 o versioni meno recenti n modo da consentirne l’aggiornamento con la versione più recente di iPhoto.

La Libreria di Foto

  • Le foto sono memorizzate per default nella cartella “Immagini” (il nome del file è “Libreria di Foto”); eseguendo l’aggiornamento delle librerie di iPhoto o Aperture, la posizione di memorizzazione dei file è identica a quella originariamente scelta dall’utente.
  • Foto gestisce i file originali alla stregua di quanto era possibile fare con iPhoto o Aperture: non viene sprecato spazio se si desiderano sfruttare sia i vecchi, sia il nuovo programma per la gestione delle foto (iPhoto e Aperture non vengono cancellati, ma è possibile continuare a usarli tranquillamente).
  • Gli eventi di iPhoto diventano “Album” che è possibile individuare nella cartella indicata come “eventi iPhoto” selezionando la vista “Album” dal menu “Vista”.
  • Alcuni metadati (es. la classificazione con le stelle e le bandiere) sono trasformati in parole-chiave permettendo di eseguire la ricerca usando queste ultime.