fbpx
Home MacProf 3D, CAD e Design Architettura e ingegneria: in Giappone nessuno vuole Android, tutti vogliono iPad

Architettura e ingegneria: in Giappone nessuno vuole Android, tutti vogliono iPad

In Giappone le più grandi società nel settore ingegneristico (e nel Sol Levante le più “grandi” società in questo ambito sono davvero enormi) puntano le loro carte su iPad e iOS. A parlarne è Archintosh, sito specializzato nel settore CAD su Mac, che riferisce di un importante investimento nello sviluppo di applicazioni per iPad da parte di Graebert, software house specializzata in soluzioni CAD.

Wilfried Graebert, il CEO di Graebert, ad aprile di quest’anno ha incontrato diversi grandi costruttori, incluse – tra le altre – Obayashi, Kajima e  anche la loro concorrente Taisei, per promuovere ARES Touch su Android ma “ogni società che visitavo”, racconta l’amministratore delegato, chiedeva: “Il vostro prodotto funziona su iPad?”.

Secondo quanto si apprende, cinque delle prime società al mondo nel campo della architettura, ingegnerizzazione e costruzione (nell’ossessione tutta americana per gli acronimi: AEC) si sono rapidamente uniformate nell’uso di iOS e iPad nel settore AECO (Architecture, Engineering, Construction and Operations). In aziende quali la Obayashi, un enorme gigante nel settore delle costruzioni, sono in servizio più di 1.000 iPad; numeri simili anche per Kajima Corporation, multinazionale specializzata, tra le altre cose, nella costruzione di centrali nucleari.

In Giappone c’è stata una sorta di accelerazione degli ultimi mesi verso l’uso del tablet di Apple, a spese dei dispositivi Android, una piattaforma che non sembra attrarre troppo i big del settore. Fino al 2014, racconta Graebert, visitando i cantieri non era ancora chiaro il tablet predominante o il preferito per l’uso sul campo. Sarebbero state alcune mosse di Apple, in particolare l’accordo con IBM per il mondo enteprise, ad avere influito sulle decisioni di acquisto e l’iPad è ora il tablet dominante in questo settore.

Nel corso dell’evento che si è svolto a Berlino, Graebert ha citato statistiche di IDC che mostrano attivazioni di iOS che corrispondono a un market share dell’80% nel settore enterprise. I dispositivi Android sono diffusi per il loro basso costo e la software house tedesca, benché si sia resa conto che quest’ultimo è più apprezzato nel mondo consumer, continuerà a proporre le sue app per tutte e due le piattaforme. ARES Touch per iOS dovrebbe arrivare nel 2016. Si tratta di un’interessante soluzione per l’editing DWG destinata a tablet e smartphone. ARES Touch è pensato come un’estensione di ARES Commander (CAD multipiattaforma) per modificare e accedere a file DWG in mobilità. Le soluzioni sono vendute insieme: acquistando ARES Commander si accede per un anno ad ARES Touch senza costi aggiuntivi.

daiwa-house-industry-apple-rcm992x0

Offerte Speciali

iPhone 11 Pro 64GB al prezzo minimo storico: solo 969 €, risparmiate 220 euro!|

Torna la grande promozione su Amazon: iPhone 11 Pro 64 Gb scende al prezzo minimo della sua storia. Lo pagate: solo 969 euro invece che 1189 €
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,539FansMi piace
94,158FollowerSegui