HomeMacityInternetGoogle getta la spugna con Stadia e rimborsa i clienti

Google getta la spugna con Stadia e rimborsa i clienti

Il cimitero dei servizi fallimentari di Google cresce e l’ultima chiusura riguarda Stadia, piattaforma di cloud gaming, grazie alla quale è (o meglio era) possibile giocare in streaming su vari dispositivi.

Big G ha confermato la morte del servizio ma la sensazione che qualcosa non funzionare come previsto era nell’aria da tempo (l’assenza di supporto dalla console G Cloud di Logitech), nonostante più volte Google ha provato a smentire, affermando che tutto procedeva per il meglio.

Il servizio lanciato alla fine del 2019 permette (per il momento funziona ancora) di giocare da un qualunque browser web a giochi acquistati dallo store Stadia. Giacché la piattaforma non ha avuto il successo previsto, “abbiamo preso la difficile decisione di chiudere Stadia”, ha riferito Phil Harrison, amministratore delegato. La chiusura definitiva è prevista per il 18 gennaio 2023.

Google getta la spugna con Stadia e rimborsa i clienti

Google si impegna a rimborsare tutti i giocatori che hanno acquistato un gioco, un DLC o un pacchetto (controller e Chromecast Ultra) negli ultimi tre anni. Le procedure di accredito dovrebbero essere completate entro la metà del prossimo gennaio (qui la FAQ con i dettagli). Si perderanno ovviamente i vari salvataggi (a meno che i titoli non supportino la sincronizzazione cross-platform) e da oggi alla data di scadenza, Google fa sapere che potrebbero verificarsi problemi a livello di gameplay.

Tutti coloro che avevano un abbonamento attivo fino al 29 settembre non saranno rimborsati. Altri dettagli saranno forniti nelle prossime settimane, e i clienti saranno contattati via e-mail.

Finisce dunque l’avventura di Google nel mondo del cloud gaming. Big G, arrampicandosi un po’ sugli specchi, afferma di avere maturato un’esperienza importante, utile per migliorare piattaforme quali YouTube, il Play Store e non meglio precisati progetti legati alla Realtà Aumentata. Stadia era stato reso disponibile anche per iOS nel dicembre 2020 ed era un servizio che consentiva di accedere anche da Mac a titoli di alto livello. Rimangono a gareggiare GeForce Now, Xbox Cloud Gaming, Shadow…

Offerte Speciali

iPhone 14 Plus, cinque cose da sapere

Minimo storico, iPhone 14 Plus 256 GB con risparmio di 182€

Tornano gli sconti su iPhone 14 Plus. Ribasso di 182 euro per la vera novità nel campo degli iPhone 2022. Minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial