Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Il progetto O3D di Google diventa una libreria JavaScript

Il progetto O3D di Google diventa una libreria JavaScript

Il progetto O3D di Google, il software per la creazione di oggetti 3D che sfrutta l’accelerazione hardware e che è sfruttabile direttamente dal browser, non è più un plug-in ma è stato trasformato in una libreria (o meglio, un set di API) JavaScript. Il sistema consente di inserire in una pagina web componenti  in formato 3D: gli oggetti sono esplorabili e navigabili nello spazio tridimensionale; sono supportati shader, texture ad alta risoluzione, increspature ed effetti quali il riflesso sulla superficie dell’acqua, riflessi, fiamme e fuoco. Gli sviluppatori tramite WebGL hanno la possibilità di agire su ogni elemento presente in una pagina e apportare modifiche in tempo reale al contenuto multimediale. Il WebGL è uno standard del Khronos Group (il gruppo che cura – tra le altre cose – l’OpenGL) che rende possibile lo sfruttamento dell’accelerazione hardware 3D direttamente nelle pagine web, senza bisogno di installare nessun plug-in. Annunciato nel corso della Game Developer Conference a marzo del 2009, verso tale standard c’è l’interesse di varie e importanti società quali: AMD, Ericsson, Google, Mozilla, NVIDIA e Opera. Il sistema è royalty free, sfrutta una connessione tra JavaScript e OpenGL ES 2.x ed è in grado di supportare più piattaforme. La visualizzazione dei contenuti WebGL – come già detto – avviene senza l’uso di plug-in o add-on esterni sfruttando l’elemento canvas dell’HTML 5: questo opera sullo stesso principio del tag video, che consente la riproduzione dei filmati online senza bisogno di ricorrere a Flash o Silverlight. Tutte le più recenti versioni del WebKit (il framework alla base di Safari e Google Chrome) includono – di serie – il supporto per OpenGL. Safari e altri browser basati sul Web Kit possono dunque sfruttare queste tecnologie, interessanti non solo per la riproduzione di oggetti nello spazio 3D ma anche per gli sviluppatori di giochi.

 

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sono arrivati gli iPhone 15 e 15 Pro, primo contatto

Minimo storico iPhone 15 Pro da 128 GB, solo 1029

Su Amazon iPhone 15 Pro scende al minimo storico nella versione da 128GB. Ribasso a 1029 €, risparmio di 210 €

Ultimi articoli

Pubblicità