Recensione Koogeek Smart Light Bulb, la lampadina intelligente compatibile con HomeKit

Macitynet prova Koogeek Smart Light Bulb, una lampadina LED che si controlla da smartphone e tablet: è compatibile con HomeKit per il controllo di tutte le sue funzioni

In passato abbiamo provato diverse lampadine LED controllabili via Bluetooth, ma Koogeek Smart Light Bulb ricevuta in prova nelle scorse settimane, per chi scrive è la prima compatibile con HomeKit. Il salto in avanti nell’utilizzo è notevole: non solo l’utilizzo è rapido ed immediato ma il controllo tramite smartphone è particolarmente intuitivo ed è davvero un piacere utilizzarla nel quotidiano. Costruttivamente inattaccabile, per funzioni offerta è tra le migliori soluzioni attualmente in commercio specialmente dal punto di vista del prezzo di vendita.

Com’è fatta

E’ grande quanto una classica lampadina ma è molto più pesante: pesa infatti circa 250 grammi, giustificati non solo dal corpo principalmente in metallo ma dalla tecnologia interna che ne assicura il funzionamento. Ha la forma di un uovo e solo la metà superiore si illumina: questa porzione a disposizione è molto più piccola se confrontata con quella di una classica lampadina e, diversamente da quanto si potrebbe pensare, non influisce negativamente sul livello di illuminazione che, stando alle nostre prove, è più che sufficiente per illuminare bene una stanza di circa 30–35 metri quadrati.

Dati tecnici
Potenza: 8W
Temperatura colore: 2700K–6000K
Flusso luminoso: 500 lumen
Colore della luce LED: 16 milioni di colori
WiFi: 802.11 b/g/n 2.4 GHz

Primo accoppiamento

Dopo averla fissata al portalampada (attacco E27), è necessario accendere l’interruttore che la attiva e configurarla con il proprio smartphone. Si può utilizzare l’applicazione gratuita Koogeek Home (per iOS e Android) oppure si può effettuare la configurazione attraverso l’applicazione Casa di iOS, in quanto la lampada è completamente compatibile con HomeKit di Apple.

Per dovere di cronaca abbiamo provato anche l’applicazione ufficiale, che risulta comunque molto pratica e chiara, tuttavia nell’utilizzo quotidiano abbiamo di gran lunga preferito l’uso tramite l’app di Apple per via della sua migliore integrazione con il sistema operativo, a partire dai controlli vocali tramite Siri.

In entrambi i casi il primo accoppiamento è immediato: non si deve far altro che avviare l’app e seguire le istruzioni su schermo, inquadrando con la fotocamera dello smartphone il codice univoco apposto sia sulla lampadina, sia all’interno della confezione che sul manuale d’istruzioni (in pratica è impossibile non notarlo). Per tutto il processo sono necessari poche decine di secondi, al termine dei quali la lampada sarà correttamente collegata alla rete WiFi di casa.

Koogeek Smart Light Bulb

Uso come lampadina comune

Avere a che fare con una lampada di questo tipo non obbliga a controllarla esclusivamente tramite lo smartphone: si può infatti occasionalmente spegnere ed accendere manualmente anche attraverso l’interruttore fisico. In questo caso l’accensione non è immediata come avviene con una classica lampadina ma c’è un leggero ritardo, di circa mezzo secondo. Ogni qual volta si spegnerà e si riaccenderà la lampadina attraverso l’interruttore fisico si perderanno tutte le configurazioni dell’ultimo utilizzo, riportandola alla massima luminosità e ad una neutra colorazione bianca.

Uso tramite smartphone

Il controllo tramite smartphone ovviamente apre le porte a una maggiore personalizzazione della lampadina, a partire dalla colorazione. Si può scegliere il colore da una palette di colori praticamente infinita oppure, nel caso si opti per l’app Casa di Apple, da una corona di colori già pronti che permettono di selezionare rapidamente una luce bianca neutra, alcune tonalità più fredde e altre più calde (l’ideale prima di andare a dormire).

Si può anche regolare l’intensità di illuminazione su una scala da 0% (spenta) a 100%, adattandola così alle necessità del momento, ad esempio riducendola al 15–30% durante la visione di un film.

Koogeek Smart Light Bulb

Compatibilità con HomeKit

Il maggiore punto di forza è, come preannunciato, la compatibilità con HomeKit di Apple. Oltre ad avere a disposizione un sistema di controllo caratterizzato da un’interfaccia utente molto più chiara e facile da utilizzare, si può controllare la luce anche senza mani: bastano un “Hey Siri, accendi/spegni la luce” oppure un “Hey Siri, imposta la luminosità al XX%” per gestire le funzioni principali della lampada (al momento mancano i controlli vocali per il colore).

Si possono anche creare delle automazioni, ad esempio decidendo specifici giorni della settimana e orari in cui la luce deve accendersi o spegnersi, personalizzando anche temperatura colore e intensità luminosa. Possiamo quindi ad esempio decidere di farla accendere contemporaneamente alla nostra sveglia, con una luce bianca e soffusa, nei giorni della settimana in cui ci rechiamo in ufficio, oppure creare più automazioni come diversivo facendola accendere e spegnere per qualche decina di minuti in diversi momenti della giornata durante le vacanze, dando così la parvenza di essere in casa.

Se poi si acquistano più di lampadine, si potranno rinominare creando delle “cartelle” nell’app, ciascuna per ogni stanza. In questo modo si potranno accendere e spegnere tutte le lampade di una stanza in un sol colpo, oppure accendere e spegnere tutte le luci di casa con un solo comando vocale.

Conclusioni

Utilizzare questa lampada durante il periodo di test è stato davvero un piacere. Il fatto di poterla utilizzare indipendentemente dallo smartphone come una comune lampada ha permesso a tutta la famiglia di accendere o spegnere la luce della stanza in cui si trovava, anche per chi non ha installato l’app e non possiede un iPhone. Il controllo tramite smartphone è comunque più piacevole, specialmente per l’accensione che avviene gradualmente, con una sorta di breve dissolvenza. Poter regolare temperatura colore e luminosità si è rivelato molto più utile di quanto pensassimo, specialmente se si utilizza la lampada in camera, dove possono fare la differenza alcune scene pre-impostate per risveglio, visione di un film o per i dieci minuti prima di coricarsi. Poter poi dire semplicemente “Spegni la luce” tenendo le mani al caldo sotto le coperte è qualcosa a cui non si potrà mai più rinunciare.

Prezzo al pubblico

Koogeek Smart Light Bulb è in vendita su Amazon per 34,99 euro.