Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Curiosità » La casa di Tim Cook sparisce da Apple Mappe e Google Maps

La casa di Tim Cook sparisce da Apple Mappe e Google Maps

Una barriera di pixel e grafica sgranata a cubetti nasconde completamente alla vista la casa del CEO di Apple Tim Cook di Palo Alto, non solo in Apple Mappe ma anche in Google Maps: con ogni probabilità si tratta di una misura cautelare richiesta in seguito alla denuncia presentata da Apple contro una donna che da mesi perseguita e pedina Tim Cook, contro la quale il tribunale ha già emesso un ordine restrittivo.

L’identità della donna non è stata svelata, ma i rapporti dagli USA rivelano che perseguita Tim Cook da oltre un anno tramite l’invio di centinaia di mail con minacce, lettere con foto di armi e munizioni, richieste di denaro, pedinamenti, appostamenti sotto casa e anche alcuni tentativi di superare la sicurezza per entrare nella casa di Tim Cook.

L’amministratore delegato di Apple non ha mai fatto mistero di vivere in una palazzina di Palo Alto, ma il numero civico esatto era finora per lo più sconosciuto al grande pubblico, salvo ora essere indicato esplicitamente nei documenti del tribunale presentati per la causa di stalking.

La casa di Tim Cook sparisce da Apple Mappe e Google Maps

Paradossalmente anche la rimozione della casa di Tim Cook da Apple Mappe e Google Maps, come segnala Cult of Mac da cui riportiamo una immagine, rischia di sortire un effetto esattamente contrario alle intenzioni, con il rischio di attirare ancora più attenzioni e curiosità.

Negli Stati Uniti ma non solo questo fenomeno è indicato come effetto Streisand, termine coniato da un giornalista USA nel 2005 in riferimento al caso della lussuosa dimora di Barbra Streisand a Malibu in California. La denuncia della cantante riguardava una foto aerea della sua tenuta realizzata per il progetto contro l’erosione delle coste in California, una raccolta contenente 12mila foto.

Prima della denuncia per violazione della privacy la foto in questione era stata scaricata solamente sei volte, di cui due da parte degli avvocati della Streisand. In seguito alla grande attenzione mediatica sollevata dalla denuncia e dal processo, come spiega Wikipedia, il sito contenente la foto è stato visitato da centinaia di migliaia di persone. Il tribunale ha respinto la causa condannando Streisand a pagare le spese legali del fotografo.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Tim Cook sono disponibili a partire da questa pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità