fbpx
Home iPadia iPad Accessori Le migliori otto batterie con porta USB-C di inizio 2019

Le migliori otto batterie con porta USB-C di inizio 2019

Con l’arrivo delle porte USB-C sui principali prodotti Apple e, contemporaneamente, con l’attivazione della carica rapida sugli ultimi iPhone, sta diventando sempre più interessante avere delle batterie con uscita e ricarica di questo tipo per supportare la ricarica di questi prodotti senza ricorrere alla presa di corrente.

In questo articolo presentiamo sei batterie che, per differenti ragioni, rappresentano un acquisto utile per tutti coloro che hanno a disposizione uno di questi dispositivi. Nella nostra selezione, in particolare, elenchiamo quattro accessori compatibili con PowerDelivery (su questa pagina vi spieghiamo come funziona la tecnologia) e quattro che invece non lo sono.

La distinzione è importante perché una batteria PowerDelivery è in grado di ricaricare velocemente un MacBook 12″ Retina mentre è in funzione e di dare energia anche ad un MacBook Pro (benché molto più lentamente di una presa di corrente).

Al contrario le batterie USB-C che non sono PowerDelivery, forniscono un voltaggio più basso e sono principalmente destinate a ricaricare un telefono o un tablet che hanno richieste di energia più modeste di un laptop. In ogni caso di solito le batterie USB-C senza PowerDelivery possono ricaricare più velocemente di una batteria USB-A un iPhone di ultima generazione

ZMI Usb Pd Backup Battery & Hub

ZMI Usb Pd Backup Battery & Hub è probabilmente la più potente batteria in commercio al momento. Non ha solo una uscita PowerDelivery, ma è anche in grado di fornire ben 45W in uscita, largamente di più di quanto un MacBook 12″ retina abbia bisogno ed è anche in grado di ricaricare senza problemi ad ottima velocità un MacBook Pro di ultima generazione.

L’alimentatore in dotazione di queste macchine, lo ricordiamo, fornisce 61W e la batteria è da 54,5 Watt ora. Oltre a questo anche in ricarica è estremamente rapida ed infine è persino in grado di operare come Hub USB. Forse l’unico neo è la capacità: 20.000 mAh non sono così tanti rispetto ad alcuni concorrenti e in rapporto al costo. Tenendo conto che ha anche due porte per la ricarica di dispositivi tradizionali USB sarebbe stato legittimo attendersi almeno i 26800 mAh di alcune concorrenti.

Anker Caricabatterie Portatile PowerCore+ 26800

Anker è una specialista delle batterie e con la PowerCore+ 26800 si conferma anche un leader per le tecnologie. Da tempo usiamo questa batteria per ricaricare in mobilità il nostro MacBook 12″ retina e grazie alla funzione PowerDelivery con un massimo di 30W è perfetta. In una recente giornata segnata da un convegno, abbiamo usato, grazie ad essa, per una decina di ore il Mac e nello stesso tempo abbiamo alimentato il nostro iPhone Xs Max per il tethering, quindi in una situazione di massimo assortimento di energia.

Ottima anche la costruzione, lo chassis e il guscio sono interamente in alluminio. Il limite qui è nei tempi di ricarica, almeno per la nostra esperienza: nonostante la porta USB-C ci vogliono diverse ore per ripristinare l’energia

Charmast 10400mAh

La più piccola, sottile e leggera delle batterie con Power Delivery è la Charmast USB-C PD 10000mAh. Le prestazioni sono largamente inferiori in fatto di “wattaggio” rispetto alle Anker e alla ZMI che sono vere e proprie “prese di corrente volanti”. Parliamo infatti di solo 18W che è solo di poco sopra la potenza a di una classica batteria USB-C non Power Delivery.

Anche la capacità è modesta (solo 10mila mAh) il che non la rende adatta ad essere presa in considerazione come reale sistema di back up per un portatile, ma tutti questi limiti sono ricompensati dalle dimensioni piccolisime e dal peso: meno di 200 grammi. Grazie all’uscita PowerDelivery, la ricarica ad alta velocità gli ultimi iPhone usando il cavo USB-C su Lightning.

Anker PowerCore 10000

La Anker PowerCore 10000 (provata da Macitynet qui) non è la più piccola delle batterie con Power Delivery, ma è certamente tra le più leggere (solo 180 grammi) e ha rispetto alla concorrenza con le stesse dimensioni, un enorme vantaggio: si ricarica a 18W. Si tratta di un fattore di rilievo perché se ha, come altre, la sua capacità di ricaricare un iPhone XS Max in breve tempo, grazie a questa funzione permette di ripristinare i 10mila mAh invece che in otto ore e mezza per essere totalmente ripristinata, in 2 ore e 45 minuti.

Altro vantaggio: ha anche una porta USB 2 con una uscita a 10W. Grazie ad essa, come abbiamo potuto constatare sperimentando direttamente, è possibile ricaricare sia un iPhone XS o un qualunque iPhone con nuova tecnologia a ricarica rapida, a 18W e un vecchio iPhone a 10W (quindi a circa 2A) alla massima velocità delle due porte.

Infine, anche se la capacità è ridotta è comunque in grado di ricaricare un MacBook 12 fino al 75% fornendogli quasi il doppio delle autonomia.

AUKEY USB C Power Bank 20000mAh

Quando si parla di batterie Aukey è una della “sacra trimurti” di produttori cinesi che sfornano prodotti di buona qualità assieme ad Anker e a Ravpower (di cui parliamo sotto) per cui non c’è da stupirsi che sia riuscita a fare bene anche nell’ambito delle batterie con porta USB-C. La AUKEY USB C Power Bank 20000mAh non è PowerDelivery, ma è in grado di caricare gli iPhone da 8 in su ad una velocità più elevata di una comune batteria con USB tradizionale.

Aukey ha compiuto anche un significativo sforzo ingegneristico rendendo questo accessorio molto sottile anche se non è particolarmente leggera (400 grammi). Per la capacità e le prestazioni è un prodotto molto interessante per chi viaggia in famiglia o per chi ha un iPad da ricaricare con un cavo USB- C su Lightning (o USB-C su USB C se si ha un iPad di ultima generazione).

RAVPower USB C Batteria Esterna 26800mAh

La RAVPower USB C Batteria Esterna 26800mAh  è il corrispettivo della PowerCore+ 26800, solo che è priva della funzione Power Delivery. Si tratta di una batteria molto grande e capace, in grado di ricaricare molte volte anche i più esosi (in fatto di energia) tablet e phablet. Per accelerare la ricarica la batteria di RAVPower ha un doppio input che dovrebbe ridurre a 7/8 ore il ripristino della energia del pacco.

Vista la grande capacità possiamo segnalarla anche a chi ha intenzione di usarla per “tenere in vita” un MacBook 12″ retina. Con una uscita di solo 15W, non riesce a ricaricare il computer mentre funziona, ma permette di usarlo. Una volta spento, anche se molto lentamente, è in grado di ricaricarlo.

Se invece volete usarla per ricaricare dispositivi mobili, potete tenerne collegati fino a 3 insieme, incluso un iPhone di ultima generazione per la ricarica rapida (usando un cavo USB-C su Lightning)

imuto Caricabatterie Portatile 16750mAh

iMuto non è un nome particolarmente noto, ma la sua batteria USB-C da 16750 mAh è notevole. Ha una capacità di buon livello in dimensioni ridotte e nonostante questo ha tre porte, due USB tradizionali e una USB-C.

Si ricarica anche piuttosto velocemente usando un caricabatterie adatto. Tra le funzioni degne di nota anche un indicatore LED che illustra numericamente la capacità residua.

Charmast 1000mAh

Charmast ha un grande numero di batterie in vendita su Amazon, questa che vi consigliamo si distingue per due aspetti: lo spessore molto ridotto, solo 1,5 centimetri, e il display LE,, con precisione all’1%. che indica la carica della batteria.  Il display offre anche informazioni sulla potenza di carica e scarica

Offre due 2 porte USB da ricarica , Micro USB e Type-c e 3 porte USB Smart (1 USB C +2 USB A). In pratica potete scegliere i cavi che miglio volete per ricaricare i vostri dispositivi, anche se va detto che né in ricarica né in scarica è in grado di fornire lo stesso “wattaggio” delle precedenti, benché possa arrivarci vicino (5V 3W). Il prezzo, considerando che stiamo parlando di una batteria da 10mila mAh è comunque molto buono.

Per aiutarvi a come gestire le batterie al litio per i vostri viaggi in aereo vi rimandiamo a questo approfondimento di macitynet.

Offerte Speciali

BeatX, auricolari wireless parenti di AirPods: solo 71€

BeatsX, gli auricolari parenti di AirPods su Amazon costano solo 79€

I BeatsX, auricolari Bluetooth prodotte da Apple che si ricaricano con il cavo Lightning e condividono lo stesso chip di AirPods, sono in sconto su Amazon: solo 79€
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,437FansMi piace
95,282FollowerSegui