Home Hi-Tech Android World L'unione fa la forza: Google Play Music e YouTube RED presto insieme

L’unione fa la forza: Google Play Music e YouTube RED presto insieme

[banner]…[/banner]

Google ha confermato i piani per unificare i servizi Play Music e YouTube RED, creando un servizio ancor più completo e competitivo rispetto alla concorrenza: il piano è quello di battere Apple Music e Spotify. Ecco come.

A capo della sezione musica di YouTube, Lyor Cohen ha confermato che la “cosa importante è combinare YouTube Red e Google Play Music in una sola un’offerta”, come riportato da The Verge. La risposta è arrivata per via di alcune domande del pubblico durante una conferenza tenutasi a New York, dove in molti si chiedevano il perché il servizio RED non fosse poi così popolare tra gli appassionati di musica.

Una fusione dei due servizi, auspicata da tempo, la si riscontra anche in una dichiarazione ufficiale separata proveniente da Google, che ha riconosciuto tali piani. Il colosso di Mountain View riconosce la Musica come uno dei progetti fondamentali per il futuro della società, per offrire “il miglior prodotto possibile agli utenti, partner musicali e artisti”. Ciò nonostante, Google ha più volte ripetuto che nulla cambierà per gli utenti finali, almeno nel breve periodo, dato che il pubblico sarà sempre informato di importanti cambiamenti “con largo preavviso”.

google play music

Per chi non fosse al corrente, YouTube RED è il servizio che offre show esclusivi sul tubo, riducendo le pubblicità e consentendo la memorizzazione dati su cache dei video per una riproduzione in background, trasformando di fatto YouTube in un servizio di musica su richiesta. Tra le caratteristiche distintive del servizio quelle che offrono possibilità di playlist basate sulla posizione, oltre a permettere trasferimenti delle librerie musicali personali in modo del tutto gratuito.

Play Music e RED, allora, saranno ben presto uniti: la strada è ancora lunga, ma già da tempo Google ha unito i due servizi. Ad esempio, all’inizio dell’anno sono stati riuniti i team di sviluppo delle due piattaforme, e i clienti che pagano per un servizio ottengono automaticamente l’altro, anche se attualmente si è costretti ad utilizzare applicazioni diverse.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,936FansMi piace
93,806FollowerSegui