fbpx
Home Hi-Tech Android World I migliori gimbal per smartphone di fine 2019

I migliori gimbal per smartphone di fine 2019

Il gimbal, ossia lo stabilizzatore di immagini, consente agli utenti di registrare video assolutamente perfetti, stabilizzati e in pieno stile cinematografico anche con gli odierni smartphone che hanno dimostrato di essere ampiamente sufficienti per sostituire una comune macchina fotografica o addirittura una classica cineprese: lo strumento è valido sopratutto per iPhone grazie alla cura che Apple ha sempre dedicato al reparto multimediale dei propri dispositivi; macitynet vi guida ai migliori gimbal per smartphone.

Anche se i dispositivi Android in generale non hanno la stessa qualità in questo comparto ci sono sempre ottime eccezioni come i terminali di Samsung da S8 in su, i più recenti Pixel di Google e altri modelli di terze parti che possono giovarsi di uno strumento che permetta di smorzare i movimenti dell’operatore.

Ecco quindi i migliori gimbal per smartphone in un mercato che si amplia sempre più per offerta e permette l’accesso anche a prezzi pochi più alti di un cavalletto.

Prima ancora di scegliere il giusto gimbal è bene precisare quali sono le caratteristiche tecniche e le specifiche da tenere in considerazione, cos’ da fare la miglior scelta possibile.

Quanti assi?

Per maggiore praticità divideremo, anzitutto, gli stabilizzatori attuali in Gimbal a due o a tre assi. I primi hanno dalla loro il prezzo, risultano particolarmente economici, ma riescono a stabilizzare il video solo sull’asse del Tilt e del Roll, mentre i giunti cardanici a tre assi stabilizzano anche il Pan. E’ chiaro che i secondi saranno certamente più costosi, ma offriranno un risultato senza dubbio migliore. Anche con i primi, comunque, è possibile ottenere video assolutamente stabili, avendo qualche accortezza in più e maggiore delicatezza nel muovere la camera.

Batteria

Anche la batteria è un fattore da tenere bene a mente prima della scelta.  Alcuni modelli utilizzano batterie alcaline standard, che devono essere sostituite a intervalli regolari, mentre altri usano batterie agli ioni di litio, che durano certamente meno, ma offrono il vantaggio di ricaricarsi attraverso comuni cavi MicroUSB. All’utente il compito di scegliere la migliore soluzione possibile.

Compatibilità

Prima di scegliere il gimbal da acquistare è bene dare uno sguardo alle note di compatibilità. Tutti quelli che proponiamo di seguito offrono una massima compatibilità hardware, e potranno essere utilizzati con il 99% degli smartphone in commercio.

Software

Molti gimbal non solo permettono una comoda interazione “meccanica” con lo smartphone ma anche la possibilità di “Radiocomando” attraverso un telefono terzo oppure la capacità di scattare immagini panoramiche o di gestire timelapse anche con lo spostamento della scena inquadrata secondo una o più tappe intermedie.

Peso

Ultimo, ma non per importanza, il peso, fattore fondamentale, soprattutto per chi ha in mente di effettuare riprese di medio-lunga durata. Se inizialmente un qualsiasi gimbal può risultare leggere, dopo pochi minuti di video la mano inizierà ad essere pesante. Pertanto, scegliere uno stabilizzatore leggero aiuterà, senz’altro, a girare filmati più longevi.

Ecco i migliori gimbal per smartphone selezionati da Macitynet in questo inizio 2018.

MOZA MINI-S

E’ uno dei più piccoli, maneggevoli e, soprattutto, economici. Si tratta comunque di uno stabilizzatore a 3 assi, che dunque non rinuncia assolutamente alla qualità video. Estremamente pieghevole, è possibile metterlo in tasca grazie alle sue dimensioni ridotte pari a 13 x 7 x 20 cm. Semplice da utilizzare, propone un algoritmo di regolazione completamente automatico, così da poterlo utilizzare velocemente senza necessità di lunghi setup. Offre anche la modalità rilevamento degli oggetti, che garantisce di seguire in modo preciso oggetti e persone.  MOZA Mini-S è in grado di passare dalla modalità orizzontale a quella verticale e tra le numerose modalità di scatto propone  iper-lapse, inception, modalità sportiva, e altri. Si usa grazie all’app Moza Genie, che consente di creare veri e propri mini film in movimento.

I migliori gimbal per smartphone di inizio 2019

E’ davvero leggerissimo, poco meno di 200 grammi, e i risultati che si possono ottenere, anche a giudicare da alcuni sample sparsi in rete è davvero ottimo, sempre in considerazione del prezzo: su Amazon Italia costa appena 40,85 euro. Clicca qui per comprare.


Yi Gimbal

Yi Gimbal è lo stabilizzatore del brand Yi, ben noto agli amanti delle action camera, lanciato nel corso del 2019.  Il design e la forma sono del tutto simili a Yi action Gimbal, che la redazione di Macitynet ha recensito a questo indirizzo. La differenza tra i due modelli salta subito all’occhio: il nuovo Yi Gimbal è progettato per l’uso con gli smartphone, mentre action Gimbal è ottimizzato per le action cam. Si tratta di un gimbal stabilizzato meccanicamente su tre assi, in grado di corregere i movimenti bruschi del braccio e di catturare immagini assolutamente ferme.

Yi Gimbal, ecco il nuovo stabilizzatore smartphone per riprese professionali

Yi Gimbal ha un peso di appena 420 grammi, quindi più leggero di tutti i suoi diretti concorrenti, come ad esempio Osmo. Offre funzioni di Pan a 360 gradi, mentre il Roll e il Tilt e a 320 gradi. Si connette allo smartphone tramite bluetooth 4.0, e ha un’autonomia di 6-8 ore.

Yi Gimbal, ecco il nuovo stabilizzatore smartphone per riprese professionali

Attraverso l’applicazione ufficiale, Yi Gimbal consente di catturare tramite smartphone TimeLapse o Slow Motion, ma non mancano le opzioni dedicati agli amanti delle foto, che consentono ad esempio di catturare panorami senza il minimo disturbo dell’immagine. Inoltre, grazie alla funzione Smart Track sarà possibile seguire automaticamente un soggetto: sarà sufficiente inquadrarlo a schermo e mantenere fermo il bastone.

Yi Gimbal: il nuovo stabilizzatore smartphone per riprese professionali solo per oggi a 89 euro

Come già anticipato, grazie alla funzione lunga esposizione, è ottimizzato per l’uso su iPhone, ma Yi Gimbal è compatibile con tutti gli smartphone Android e iOS con misure comprese tra i 54 e gli 86 mm di larghezza.

Yi Gimbal è venduto su Amazon, al momento in cui scriviamo, ad appena 89 euro.


DJI Osmo Mobile 3

Macitynet ha provato DJI Osmo Mobile 3 in  questa recensione, ricavandone impressioni positive. Probabilmente si tratta di uno dei migliori acquisti al momento, non fosse che per il suo fattore forma, completamente pieghevole e facilmente trasportabile, oltre che per la qualità di cui è noto il brand. È leggero con una autonomia fino a 15 ore. La forma non ostruisce più le porte di ricarica e quella audio, consentendo una facile connessione quando si carica il dispositivo o rendendo estremamente semplice l’uso di microfoni esterni, cosa che non era presente nel modello precedente.

Al di là del nuovo fattore forma, Osmo Mobile 3 offre molte delle stesse caratteristiche presenti su Osmo 2. E’ possibile manovrarlo con un joystick e scegliere modalità di registrazione come Story, Sport, TimeLapse e Slow Motion. Come in precedenza, i vari grilletti consentono di ingrandire, bloccare e sbloccare l’orientamento della registrazione, e perfino passare ad una vista selfie.

I migliori gimbal per smartphone di inizio 2019

Tra i pmotivi per acquistarlo la sua applicazione e le numerosissime funzionalità. Tra queste quella ActiveTrack, che viene attivata premendo una volta il grilletto, e come in passato permetterà di seguire il soggetto e lo manterrà al centro dell’inquadratura. Ha uno stabilizzatore elettronico a 3 assi con un nuovo design e un meccanismo di bloccaggio che occupa molto meno spazio rispetto a Osmo Mobile 2, controllo Quick Roll che commuta il gimbal dalla modalità verticale a quella orizzontale senza la necessità di rimuovere il telefono.

Click qui per comprare su Amazon a meno di 100 euro.


Zhiyun Smooth 4

Successore dell’ottimo Zhiyun Smooth 3, gimbal acclamato dalla critica che ha nulla aveva da invidiare a soluzioni più costose, il nuovo modello fa un passo in avanti. Zhiyun Smooth 4, tra le novità, propone una sorta di corona digitale che permette di ingrandire o rimpicciolire le immagine mentre si scattano foto, e che risulta quindi adatto per la macro. Premendo il pulsante FN, la rotella servirà a mettere a fuoco le immagini, aiutando l’utente a ottenere cambi di messa a fuoco di alta precisione nel minor tempo possibile.  

Cambia anche nel design rispetto al modello precedente, con una pulsantiera di controllo ridisegnata, e ancor più precisa, che ridurrà davvero al minimo la necessità di toccare lo schermo dello smartphone, aiutando gli utenti a controllare sia lo stabilizzatore che la videocamera direttamente con i tasti di scelta rapida.

Altra novità di non poco conto è relativa alla potenza del motore, che su Smooth 4 è aumentata in larga misura, rendendo il gimbal compatibile con i telefoni di tutte le dimensioni. Si tratta di una caratteristica da non sottovalutare, in considerazione del fatto che ad oggi gli smartphone tendono ad essere sempre più grandi e, talvolta, pesanti. Peraltro, lo Smooth 4 permette adesso di collegare molti accessori esterni, come ad esempio luci a LED.

Smooth 4 assicura così riprese fluide, e grazie alle tecnologie incluse riesce anche tracciare oggetti in movimento, come volti umani, così da offrire una maggiore precisione nelle riprese. È possibile inquadrare l’oggetto che si desidera tracciare sullo schermo e lasciare che sia lo stabilizzatore a mantenere sempre a fuoco il soggetto.

Smooth 4 supporta numerose tipologie di scatto avanzato, come Timelapse e Motionlapse. Si tratta di un gimbal molto potente e funzionale, che ha dalla sua un’ ottima stabilizzazione, buona durata della batteria, e un design ancor più equilibrato. Non è tra i più leggeri, ma è adatto praticamente a qualsiasi smartphone disponibile sul mercato.

I migliori gimbal per smartphone

Supporta smartphone con peso di oltre 210 grammi, e offre un’autonomia fino a 12 ore, con un tempo ricarica di appena 3 ore. A livello tecnico offre una  Gamma Tilt di 240°, e si connette allo smartphone scaricando apposita app ed effettuando l’abbinamento Bluetooth. Attraverso l’app sarà possibile  controllare esposizione, ISO e bilanciamento del bianco, applicare vari filtri per la macchina fotografica, e altro ancora, come possibilità di registrare time-lapse. A questo indirizzo la recensione della seconda versione recensita da Macitynet.

Il prezzo su Amazon Italia si aggira sempre intorno a 109 euro.


Hohem Gimbal D1

Un prodotto certamente diverso da tutti gli altri gimbal presenti in questa lista. Non si tratta di un comune stabilizzatore da impugnare e portare in giro, piuttosto di un piedistallo da posizionare su una superficie ferma per automatizzare numerose riprese.

Hohem Handheld è un giunto cardanico a tre assi, che ha dalla sua un software con numerose funzionalità e un design unico. Tra le tante caratteristiche quella che permette l’ auto-tracking del soggetto, grazie alla quale regolare l’angolazione della telecamera per seguirne i movimenti.

Ha un meccanismo pieghevole innovativo che lo rende estremamente compatto e facile da riporre e trasportare in borsa. Dispone inoltre di batteria da 3600 mAh che carica anche il telefono mentre è collegato.

Inoltre, un joystick a quattro vie consente di regolare la direzione del telefono per ottenere l’angolo perfetto durante le riprese. La sospensione cardanica viene fornito con una borsa per il trasporto e un cavo micro-USB, e pesa circa 300 grammi. Quanto alla compatibilità, funziona con smartphone fino a 6 pollici.

Su Amazon il costo è di circa 74 euro.


Snoppa Athom

I migliori gimbal per smartphone a cavallo tra 2018 e 2019Novità di questo inverno, dopo un lancio di successo con crowfunding è Snoppa Athom che  risolve tutti i problemi di “allestimento” che abbiamo riscontrato sugli altri Gymbal anche di grandi aziende che sembrano dimenticare che per una buona ripresa non basta soltanto ospitare lo smartphone ma anche i microfoni collegati ed una batteria che vada oltre i limiti della carica interna.
Atom ha anche altre caratteristiche originali: è in grado di supportare telefoni (e/accessori collegati come lenti e illuminatori) fino a 310 grammi di peso, ha un ingresso Jack per microfono che può essere rivolto verso il soggetto o verso chi effettua le riprese, ha un tasto One Key per il controllo di fuoco e zoom e sopratutto lascia liberi i due lati dello smartphone per poter collegare un microfono esterno o un caricabatterie.

La ricarica può avvenire anche in modalità wireless direttamente dal pad di appoggio dello smartphone e può essere attivata o disattivata in qualsiasi momento sfruttando la carica interna del gymbal che può essere trasferita allo smartphone pure con un cavetto.
La batteria a bordo si ricarica in 3 ore e può funzionare per circa 24 ore (se non ricarica lo smartphone). Si può utilizzare anche con le Action Cam.

Per quanto riguarda il microfono potete inserire direttamente il jack nell’apposito ricettacolo del gymbal per collegare i modelli compatibili o usare quello proposto come accessorio da Snoppa. A corredo del tutto c’e’ ovviamente una applicazione per iPhone o Android che permette di configurare zoom, messa a fuoco. Attualmente è disponibile in nero ma sarà disponibile anche nel colore rosa.

Il prezzo al pubblico è di 149 Euro Iva inclusa direttamente da questo link.

Offerte Speciali

Offerta sotto l’albero: iPhone 11 scontato di 100 euro

iPhone 11 da 128 GB scontato di 90 euro

iPhone 11 scende di prezzo. Sconto fino a 90 euro per il modello da 128 GB in colore nero e rosso.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,302FansMi piace
95,016FollowerSegui