Con High Sierra Foto diventa ancora più utile e bello: tutte le novità

Con High Sierra l’app Foto migliora sotto ogni aspetto: visualizzazione, riconoscimento automatico, organizzazione, filtri ed effetti, integrazione con altre app e molto altro

La maggiorparte delle applicazioni integrate di serie nel prossimo macOS High Sierra, non presenta novità rilevanti: fa eccezione però l’applicazione Foto che include diverse interessanti migliorie. L’app per gestire le foto di serie su Mac con la nuova release offre nuove funzioni e miglioramenti in praticamente ogni aspetto: organizzazione e visualizzazione, modifiche e miglioramenti, integrazione a due vie con le app fotografiche e di ritocco di terze parti, più effetti e funzioni per Live Photos e per le foto tradizionali, novità per il riconoscimento di soggetti, eventi e ambientazioni, catalogazione automatica e altre ancora. Vediamo le principali più in dettaglio.

La barra laterale mostra le importazioni in ordine cronologico, rendendo più facile individuare le ultime foto ed evidenziando gli album. È possibile scegliere vari criteri di visualizzazione: “Foto”, “Momenti”, “Raccolte” e “Anni”, anche usando scorciatoie di tastiera. Un contatore indica quante foto abbiamo selezionato e permette di trascinarle tutte insieme in un album o sulla Scrivania. Si possono ruotare interi gruppi di immagini o aggiungerli agli scatti preferiti, direttamente dalla barra degli strumenti.

high sierra foto

Quando si seleziona una foto con il doppio click, è possibile fare click sul pulsante “Modifica” e da qui visualizzare sulla destra opzioni per regolare luce, colore, bianco e nero, bilanciare bianchi, livelli e curve. Le curve sono uno strumento noto a chi sfrutta applicazioni per l’editing delle foto, uno strumento che permette di regolare i diversi punti nell’intera gamma tonale di una immagine. Inizialmente la tonalità dell’immagine di partenza è rappresentata da un grafico con una linea diagonale retta: su questa l’utente può intervenire modificando l’inclinazione, dando vita appunto alle curve, variando di conseguenza le tonalità dell’immagine.

L’area in alto a destra del grafico rappresenta le luci mentre quella in basso a sinistra le ombre. L’asse orizzontale del grafico rappresenta i valori tonali in input (i valori dell’immagine originale) e l’asse verticale rappresenta i valori tonali di output (i nuovi valori a seguito della regolazione). Aggiungendo alla linea dei punti di controllo e spostandoli, la forma della curva cambia per indicare le regolazioni apportate all’immagine. Le sezioni più ripide della curva rappresentano le aree con maggiore contrasto; le sezioni più piatte rappresentano le aree con minore contrasto.

high sierra foto

Sono presenti nuove categorie di Ricordi (le foto organizzate automaticamente in categorie), tra cui animali domestici, bambini, attività all’aperto, spettacoli, matrimoni, compleanni ed eventi sportivi.

Nuovi effetti per le foto
Le Live Photos sono foto che è possibile scattare sugli iPhone: registrano cosa accade 1,5 secondi prima e dopo lo scatto di una foto, immortalando un momento di vita con suoni e movimenti. Con le Live Photo sul Mac ora è possibile sfruttare il nuovo effetto Loop, trasformando lo scatto in un video in ripetizione, da guardare e riguardare. Con Rimbalzo, il clip viene riprodotto avanti e indietro; La funzione “Esposizione lunga” permette di sfocare l’acqua in movimento o ricreare scie di luci: l’effetto che si otterrebbe con una reflex digitale. È anche possibile ritagliare le Live Photos, eliminare l’audio e scegliere la foto chiave, lo scatto migliore.

Nuovo album “Persone” e funzioni per lavorare con app di terze parti
Trovare i soggetti preferiti nell’album “Persone” diventa ancora più facile: le miniature sono più grandi e il raggruppamento è più preciso. Se sfruttiamo la Libreria Foto di iCloud, l’album resta ovviamente aggiornato su tutti i dispositivi.

Ora è possibile aprire direttamente da Foto una immagine con un’app di ritocco esterna, come Photoshop o Pixelmator: le modifiche verranno salvate in automatico nella libreria. È anche possibile andare sul Mac App Store e scaricare estensioni di terze parti che consentono di ordinare stampe incorniciate, creare pagine web e altro ancora