Home Macity Mac OS X Microsoft, patto con Apple su Java per i Mac ARM

Microsoft, patto con Apple su Java per i Mac ARM

Microsoft e altri importanti sviluppatori stanno lavorando al porting di Java per i Mac e i PC con Windows ARM-based, inclusi i primi Mac ARM con CPU Apple Silicon che dovrebbero arrivare prima della fine dell’anno.

Microsoft, Azul e altri membri della community stanno lavorando al porting di OpenJDK per macOS e Windows su architettura AArch64 sperando di ottenere un porting funzionante di OpenJDK pronto per quando Apple presenterà i Mac ARM-based.

Azul sti sta occupando del porting Aarch64 per macOS, ha stilato JEP (versioni cadenzate) per un lavoro che resterà più aperto possibile (limitato dalle iniziali regole di accesso del developer kit di Apple) e contribuirà al lavoro completo a monte per l’inclusione in OpenJDK 16 o 17. Dopo questo approccio, intendiamo altresì creare varianti OpenJDK 11 e 8 e fare in modo che sviluppatori e utenti abbiano a disposizione distribuzioni binarie OpenJDK gratuite che funzioneranno sui Mac ARM-based”, ha spiegato Gil Tene, CTO di Azul, azienda che contribuisce alle build di Zulu per OpenJDK liberamente disponibile su varie piattaforme.

L’A14 di Apple è il primo chip a 5nm. “Prestazioni superiori su quasi tutta la linea”.

Il coinvolgimento di Microsoft è in parte determinato dalla collaborazione di Monica Beckwith, esperta di performance JVM che in precedenza si è occupata dell’architettura per le prestazioni runtime su ARM ed è stata cruciale nello sviluppo del garbage collector G1 presso Oracle e Sun. Microsoft ha in precedenza rilasciato OpenJDK per Windows ARM64 con varie patch offerte alla comunità open source.

Il porting per Windows e Mac richiede differenti target di compilazione e cambiamenti al codice – spiega il sito InfoQ – ma aspetti della piattaforma sottostante possono essere condivisi in modo uniforme che consentono di accelerare il progetto nell’insieme.

Gil Tene ha esplicitato i dettagli di questa strategia, affermando che il progetto avanza rapidamente, allo scopo di evitare il problema dei Mac ARM-based senza supporto Java. Del lavoro per il porting del Java Runtime Environment (JRE) beneficeranno gli sviluppatori Java che avranno la necessità di sforzi aggiuntivi per ricodificare o modificare le applicazioni Java (tipicamente il codice Java seguono uno schema che rende superflua la modifica o la ricompilazione). Gli sviluppatori scrivono il codice appoggiandosi a librerie che si trovano su file JAR (archivi con un insieme di classi, organizzate in package) per permetterne la distribuzione a terzi che le vogliano utilizzare.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,816FollowerSegui