Home MacProf Emulazioni, virtualizzazione, Mac e Windows Microsoft: la nuova beta di Explorer 8 per Windows è pigra

Microsoft: la nuova beta di Explorer 8 per Windows è pigra

ZDNet Australia ha provato alcuni benchmark sulla nuova beta 2 di Explorer 8 per Windows da poco rilasciata. I test “Sunspider” creati per misurare le performance JavaScript, fanno vedere che il browser non ha fatto progressi in questo campo, nonostante Microsoft parli di “performance migliorate”. Tra i browser confrontati, la versione alpha di Opera 10 è stato il migliore, seguito a poca distanza da Google Chrome 2.0.158.0, dal WebKit r40220 di Apple (alla base – tra le altre cose – di Safari) e dalla beta 1 di FireFox 3.1.

Chrome si è mostrato comprensibilmente il più veloce nei benchmark “V8” (test JavaScript) di Google, seguito a breve distanza dal Webkit. Opera e FireFox seguono al terzo e quarto posto: Internet Explorer si presenta notevolmente staccato all’ultimo posto.

Nella appena arrivata beta di Explorer 8 non è presente niente di particolarmente nuovo rispetto a quanto si era già  visto in in precedenza: una barra indirizzi “avanzata” permette di cercare le corrispondenze degli URL nella cronologia dei siti utente e rilevare le corrispondenze tra le informazioni immesse dell’utente nella barra stessa; i “gruppi tab” permettono di aprire un link in un nuovo Tab posizionando quest’ultimo accanto a quello di origine, contrassegnandoli con lo stesso colore; è stata implementata una funzione che permette di riaprire l’ultima sessione di navigazione dalla più recente attivazione (utile in caso chi chiuda inavvertitamente il browser).

Per quanto riguarda i servizi, una funzione che riguarda gli sviluppatori permette di contrassegnare parti specifiche delle pagine Web come “Web Slice” e consentire agli utenti di monitorare le informazioni più importanti mentre si spostano nel Web. Con un clic nella barra Preferiti, gli utenti potranno visualizzare i Web Slice più interessanti, mentre gli sviluppatori saranno in grado di stabilire connessioni con l’utente.

Una funzionalità  presente già  in Safari è la cosiddetta “esplorazione privata”: se attiva, garantisce che la cronologia, i file temporanei Internet e i cookie non vengano registrati al termine dell’esplorazione.

Gli “acceleratori” (nella precedente beta 1 erano stati denominati “attività “) consentono accedere ai servizi online preferiti da qualsiasi pagina visitata e agli amministratori di estendere con tali servizi; possono essere sfruttati anche per avviare servizi online senza dover uscire dalla pagina Web corrente.

La nuova beta 2 di Explorer 8 è compatibile con Windows XP (con Service Pack 2) e Vista ma non con la beta di Windows 7 in questo momento in circolazione. Microsoft afferma che verrà  in seguito rilasciata una versione specifica per Windows 7 dotata di “funzioni e caratteristiche esclusive” per il nuovo sistema.
[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,951FollowerSegui