fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Alimentatori e caricabatterie GaN, come funzionano e quale scegliere

Alimentatori e caricabatterie GaN, come funzionano e quale scegliere

GaN è la sigla che identifica il nitruro di gallio, semiconduttore utilizzato in dispositivi elettronici che trova spazio in varie applicazioni. Costa più del silicio ma è altamente affidabile al punto da essere particolarmente apprezzato nell’industria aerospaziale e in quella militare.

Tutti i prodotti elettronici dissipano dell’energia che si converte in calore inutilizzabile (e potenzialmente pericoloso). I componenti in GaN sono più efficienti di quelli in silicio, consentono di sprecare meno energia, di dissipare meno calore e supportano una maggiore frequenza di commutazione durante la conversione dell’alimentazione.

GaNFast è il nome della tecnologia pensata per l’integrazione nei caricabatteria destinati a smartphone e notebook e che consente di offrire una velocità di ricarica più elevata rispetto ai dispositivi tradizionali. Usando il materiale prima citato è possibile creare alimentatori potenti e che allo stesso tempo occupano meno spazio.

Il nitruro di gallio permette di realizzare circuiti integrati dedicati più piccoli ed efficienti e da qualche tempo è impiegata in molti campi che vanno dalla realizzazione di alimentatori a pannelli solari a sistemi di ricarica per auto elettriche ma anche in campo informatico in accessori per la ricarica di computer, smartphone e tablet.

In abbinamento ad alimentatori o caricabatterie il GaN è particolarmente interessante perché consente di ridurre le loro dimensioni. Fino a qualche anno addietro i notebook erano ingombranti e pesanti; oggi è possibile ottenere gli stessi risultati cin caricatori molto più piccoli e, grazie al GaN, ottenere la ricarica anche in tempi più brevi e con minori problemi di riscaldamento.

Altro elemento positivo di questa tipologia di alimentatori è che, essendo più efficienti, consumano meno energia, al punto che Martin Kuball, fisico dell’Università di Bristol che studia il materiale, se si riuscisse a sfruttare il nitruro di gallio nei vari dispositivi elettronici attualmente in uso, il consumo globale di energia calerebbe di una percentuale tra il 10 e il 25%.

Alimentatori GaN, cosa sono e quale scegliere

Sul mercato di trovano alimentatori GaN di brand quali Anker, Aukey, Mu, RAVPower e Eggtronic (un’azienda italiana). Un alimentatore da 30W è molto più piccolo di quello USB-C da 30W che Apple propone con i MacBook 12″ o i MacBook Air 13″ con display Retina, già di suo di piccole dimensioni rispetto ad altri, utilizzabile con alcuni modelli di iPhone e iPad Pro, e con iPhone 8 o modelli successivi, per sfruttare la loro funzione di ricarica veloce. Di seguito tre esempi di alimentatori GaN ma su Amazon trovate un elenco sterminato di prodotti, con prezzi che partono da poche decine di euro a salire.

Anker Atom Power Port III

Di questo versatilissimo alimentatore-caricatore abbiamo pubblicato una recensione dettagliata che vi invitiamo a visitare su questa pagina. Qui sotto due immagini che mostrano direttamente in vantaggi in termini dimensionali.

Anker Atom PowerPort PD 1

Anche questo caricabatterie è stato provato da Macitynet ormai diversi mesi fa. Leggete la recensione per verificare che la descrizione che ne fa il produttore  che lo classifica come “tascabile”  è realistica. È in grado di caricare al 50% della capacità della batteria in soli 30 minuti, spiegando che è “ottimizzato per offrire la massima velocità di ricarica all’intera gamma di cellulari USB-C e Apple, tablet, computer portatili e molto altro ancora. L’uscita Power Delivery USB-C da 30 W, PowerPort Atom supera qualsiasi caricabatterie in dotazione offerto tipicamente con cellulari e tablet. Nel momento in cui scriviamo su Amazon questo accessorio è offerto a 39,99 euro.

Alimentatori GaN, cosa sono e quale scegliere

Aukey PA-PD5

Anche il PA-PD5 è stato recensito da Macitynet. Grazie a “Dynamic Detect” è in grado di offrire 60W con ricarica (PD) Power Delivery (un protocollo di ricarica veloce che si avvale di grande funzionalità e universalità) quando è sfruttata una singola porta e ricarica di 45W con Power Delivery quando si sfruttano tutte e due le porte. Il modello in questione è grande 67mmx64mmx29mm; il peso è di 148 g. Può essere sfruttato con iPhone 8,  MacBook Pro 13″ e altri dispositivi USB-C compatibili con l’USB Power Delivery. Peculiarità di questo prodotto, come accennato, è la possibilità di condividere l’alimentazione durante la ricarica simultanea di un telefono Usb-C e di notebook (in questo caso fino a 18W + 45W). Jel momento in cui scrivmao questo prodotto si trova su Amazon a 54,99 euro.

Alimentatori GaN, cosa sono e quale scegliere

Eggtronic Sirius 65W

La modenese Eggtronic che abbiamo visitato anche al CES 2020 propone Sirius 65, definito “l’adattatore universale per laptop più piccolo al mondo”. È più piccolo e leggero dell’alimentatore Apple. L’output USB-C PD assicura la compatibilità con qualsiasi dispositivo USB e USB-C e con un cavo da USB-C a Lightning o un adattatore da USB-C a Micro USB è possibile ricaricare qualsiasi dispositivo Apple e micro USB. L’output è di 65W, adatto dunque per i MacBook Pro con display Retina da 13″.

Il produttore garantisce la compatibilità con iPhone 11, iPhone 11 Pro, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR, iPhone X, iPhone 8, iPhone 8 Plus ma anche Samsung Galaxy S10 / Galaxy S9 / S9 Plus / S8 / S8 Plus / Note 9 / Note 8 / S7 edge / S7 / S6 Edge / S6 / Note 5 | Google Pixel 3 / Pixel 3XL. A questo indirizzo l’elenco completo delle compatibilità.

L’accessorio è disponibile nella colorazione bianca o nera. L’azienda italiana al CES di Las Vegas ha riferito che è pronta a commercializzare anche un modello più grande da 118W, con un’uscita da 100W per un laptop e una da 18W per la ricarica veloce degli smartphone.

I prodotti Eggtronic sono disponibili anche su Amazon a partire da questo link.

Come trovare l’alimentatore corretto per i Mac portatili

Gli alimentatori per i notebook Mac sono disponibili nelle versioni da 29 W, 30 W, 45 W, 60 W, 61 W, 85 W, 87 W e 96 W. È importante utilizzare l’alimentatore con la potenza adatta al proprio computer. È possibile utilizzare un alimentatore compatibile con potenza superiore, ma il computer non si ricaricherà più velocemente né funzionerà in modo diverso. Usando un alimentatore con potenza inferiore rispetto a quello fornito con il Mac, il computer non avrà energia sufficiente. I notebook Mac che si caricano tramite USB-C sono dotati di un alimentatore Apple USB-C con spina CA scollegabile (o “testa d’anatra”) e di un cavo di ricarica USB-C.

Attenzione al cavo USB-C

Per prestazioni di ricarica ottimali, Apple consiglia utilizzare il cavo di ricarica USB-C fornito con il Mac. Se usate un cavo USB-C di potenza superiore, il Mac si ricaricherà in modo normale, ma non più velocemente.  I cavi USB-C da 29 W o 30 W funzionano con qualsiasi alimentatore USB-C, ma non forniscono energia sufficiente quando sono collegati a un alimentatore di potenza superiore a 30 W, come l’alimentatore USB-C da 61 W.

Cavo USB‑C per la ricarica: per ricaricare il MacBook Pro, basta collegare un'estremità del cavo USB‑C per la ricarica a qualsiasi porta Thunderbolt 3 su MacBook Pro e l'altra estremità all'alimentatore da 61 W (per i modelli di MacBook Pro da 13'') o a quello da 87 W (per i modelli di MacBook Pro da 15'').
Cavo USB‑C per la ricarica. Per ricaricare il MacBook Pro, basta collegare un’estremità del cavo USB‑C per la ricarica a qualsiasi porta Thunderbolt 3 su MacBook Pro e l’altra estremità all’alimentatore da 61 W (per i modelli di MacBook Pro da 13”) o a quello da 87 W (per i modelli di MacBook Pro da 15”).

È possibile verificare di utilizzare la versione corretta del cavo di ricarica USB-C Apple con il proprio Mac e il relativo alimentatore USB-C. Il numero di serie del cavo è stampato sull’alloggiamento esterno, accanto alla dicitura “Designed by Apple in California. Assembled in China”.  Se i primi tre caratteri del numero di serie sono C4M o FL4, il cavo deve essere utilizzato con l’alimentatore USB-C Apple da 29 W o 30 W. Se i primi tre caratteri del numero di serie sono DLC, CTC, FTL o G0J, il cavo deve essere utilizzato con un alimentatore USB-C di qualsiasi potenza.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB ancora più giù: solo 1318 €, risparmiate oltre 200€

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB ad un prezzo davvero appetibile: 1319 euro invece che 1529. Ma anche il modello da 256 Gb offre un prezzo di richiamo: 1049 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,624FansMi piace
94,142FollowerSegui