MWC15: Ring, il videocitofono smart per rispondere anche lontano da casa

Presentato Ring, il videocitofono smart per rispondere anche a Km di distanza da casa direttamente da smartphone e tablet: direttamente da Barcellona, ecco come funziona

Ring

Rispondere al citofono da qualsiasi parte del mondo. E’ questo ciò che permette Ring, il nuovo accessorio per la casa smart presentato al Mobile World Congress di Barcellona.

Si aggancia alla porta e, grazie alla videocamera integrata, permette di vedere in tempo reale chi sta suonando  direttamente dal proprio dispositivo iOS o Android. Si installa in pochi minuti e senza necessità di chiamare un tecnico o utilizzare strumenti particolari – ci spiega la società sviluppatrice – e l’applicazione gratuita per smartphone e tablet permette di gestire il contatto proprio come si è già soliti fare con le videochiamate.

Non è necessario sostituire il vecchio campanello in quanto si può collegare e funzionare in combinazione a quest’ultimo: tutto è spiegato nelle poche e semplici istruzioni incluse con la vendita di Ring. E’ dotato di sensori di movimento che rilevano qualsiasi attività e avviano la registrazione video, inviando istantanee notifiche push per tenere i padroni di casa sempre aggiornati in tempo reale su cosa sta succedendo sull’uscio della propria abitazione.

La batteria integrata ha bisogno di essere ricaricata soltanto una volta l’anno, i LED infrarossi garantiscono immagini chiare in qualsiasi momento della giornata, anche al buio: in più non ci sono limiti ai dispositivi che si possono abbinare, consentendo così di parlare al citofono a qualsiasi membro della famiglia. Se nessuno risponde in tempo alla citofonata, il dispositivo registra comunque “la chiamata” e la salva su cloud, in questo modo sarà sempre possibile accedervi in un secondo momento per scoprire chi è passato a trovarvi. Ovviamente resiste a calore, pioggia, neve ed intemperie: «Con Ring» recita il motto ideato per l’annuncio dell’accessorio «sei sempre a casa».

Ring