Negli USA diminuiscono le scorte di Mac Pro

Calano negli USA le scorte di Mac Pro. Il modello entry level si trova con il contagocce presso vari e noti store online. Apple potrebbe presentare nuovi modelli nel corso dell’imminente conferenza per sviluppatori ma ha un problema con la disponibilità dei nuovi Xeon.

Negli USA diminuiscono le scorte di Mac Pro

Con l’avvinarsi della data della WWDC, conferenza per sviluppatori nel corso della quale sono solitamente annunciate varie novità, le scorte dei Mac Pro sono in calo come fa notare il sito MacTrast.  Il modello entry level, il quad-core a 3.2GHz, non è disponibile in vari e noti store online statunitensi compresi quelli di MacMall, B&H Photo, CDW, PowerMax, Adorama e J&R Electronics; scorte limitate sono state individuate anche su Amazon e presso rivenditori quali MicroCenter, Frys e Best Buy.

La scarsa disponibilità è tipicamente il segnale che un modello rinnovato è in arrivo. Se un nuovo Mac Pro arriverà, annunci specifici potrebbero essere fatti nel contesto della WWDC del 10 giugno. È da ben tre anni che è atteso un aggiornamento rilevante di queste workstation; gli ultimi modelli (ritirati in alcuni paesi europei poiché alcune ventole non sono conformi ad alcune recenti normative), non integrano tecnologie quali USB 3.0 e Thunderbolt. Apple ha aggiornato lo scorso anno senza troppe fanfare la linea Mac Pro, ma il livello di update è stato poco gradito dagli utenti. Uno dei problemi che ha finora impedito ad Apple di rilasciare macchine aggiornate è la carenza di processori Xeon high-end. La nuova generazione di Xeon, gli Ivy Bridge-E, sono attesi non prima di settembre, periodo che potrebbe dunque impedire alla casa della Mela di fare annunci il 10 giugno; in alternativa Apple potrebbe presentare una linea rinnovata che sfrutti l’attuale linea Sandy Bridge-E da qualche tempo già sul mercato.

 Mac Pro