Con NexDock lo smartphone diventa il tuo unico computer

L’idea non è nuova ma NexDock la spinge oltre: lo chassis di un notebook ma senza processore sfrutta come "cervello" smartphone, tablet ma anche PC su chiavetta e Raspberry per portatili super economici

nextdock 640

La raccolta fondi è andata a ruba: il primo NexDock è presentato come il computer portatile più economico di sempre: si collega uno smarpthone Windows 10 e di fatto lo trasforma in computer portatile grazie alla funzione Continuum di Microsoft. NexDock è lo chassis di un notebook in cui sono presenti solo tastiera, schermo da 14”, una capiente batteria da 10.000 mAh e diverse porte di collegamento. Avete letto bene: niente processore, RAM, storage né sistema operativo perché tutta l’elettronica principale è sostituita dallo smartphone.

Il primo NexDock è perfetto per smartphone e tablet con Windows 10 ma può essere impiegato anche con i PC su chiavetta oppure con i computer su scheda Raspberry venduti a pochi dollari. Con i dispositivi Android è possibile giocare e sfruttare il grande schermo, stesso discorso per iPhone, tramite la porta mini HDMI. Il primo prototipo funzionante di NexDock ricorda dal punto di vista del design MacBook Air di Apple, per il profilo più spesso da un lato e sottilissimo dall’altro. Come anticipato la campagna di raccolta fondi su IndieGoGo ha già superato la soglia minima di 300 mila dollari e mancano ancora 6 giorni al termine: i lotti dal prezzo più abbordabile sono esauriti ma è ancora possibile sostenere il progetto con 129 dollari e ottenere la NexDock con spedizione a giugno.

Il piano dei fondatori non si ferma a questa prima shell: l’idea è quella di separare processore e sistema operativo dallo chassis principale del computer e dallo schermo, per poter creare nuovi tipi di computer più personalizzabili secondo i bisogni di ciascun utente. In sostanza gusci vuoti o quasi di sistemi desktop, portatili e tablet, in cui è possibile cambiare processore e sistema operativo con moduli compatti rimovibili da sostituire all’occorrenza o semplicemente per un upgrade. L’idea è brillante e originale ma occorre attendere per verificare se supererà la fase di progettazione e poi l’accoglienza di utenti e mercato.

nexdock iphone 1200