Home Macity Internet Symbian, Nokia pagò un riscatto per salvarlo

Symbian, Nokia pagò un riscatto per salvarlo

Secondo quanto riportato dalla testata finlandese MTV Finland, alla fine degli anni 2000, fra il 2007 e il 2008 Nokia ha pagato diversi milioni di euro per accontentare alcuni estorsori che avevano ottenuto una chiave che – diffusa pubblicamente – avrebbe permesso a qualsiasi sviluppatore di “firmare” ufficialmente le loro applicazioni Symbian, facendo credere che le applicazioni fossero state adeguatamente controllate e verificate, garantendo così l’accesso al cuore dei telefonino dotati del sistema operativo

Il danno sarebbe stato potenzialmente disastroso per Nokia: un malintenzionato avrebbe potuto realizzare malware di qualunque genere, diffondere virus e causare danni anche gravi ai possessori dei dispositivi. Di qui la decisione di cedere al ricatto, nella speranza di fermare la minaccia ma anche di catturare i colpevoli. L’azienda aveva infatti coinvolto le forze dell’ordine finlandesi.

Così come insegnano i film di spionaggio e polizieschi, il pagamento è stato recapitato facendolo cadere all’esterno di un parcheggio di un parco di divertimenti, sperando in un passo falso. Ma in qualche modo i colpevoli recuperarono il denaro e riuscirono a fuggire. Ad oggi il caso è irrisolto e  proietta un fascio di luce sull’importanza della sicurezza di un ecosistema e delle necessità di controlli puntuali e stringenti.

Nokia symbian

Offerte Speciali

Super-sconto di 126 euro su Apple Watch 3 GPS+Cellular: lo pagate solo 242,90€

Apple Watch 3 da 42mm al minimo storico, solo 209€ €

Su Amazon Apple watch 3 da 42 mm in versione GPS è al prezzo più basso di sempre: solo 209 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,955FollowerSegui