Archos PicoWAN, la rivoluzione degli oggetti connessi, costerà 50 cent l’anno per dispositivo

Archos presenta PicoWAN come la rivoluzione degli oggetti connessi IoT: è basata su un protocollo unico per comunicare e micro antenne installabili ovunque, anche in interni, con abbonamenti per dispositivo da 50 centesimi l'anno

picowan

Forte dei risultati in crescita del 30% nel Q3 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente,- Archos presenta PicoWAN: il primo RF network LP-WAN, Low Power – Wide Area Network, per oggetti connessi. Collaborativo, globale e internazionale, queste le parole utilizzate dal produttore durante la presentazione avvenuta nelle scorse ore.

L’innovazione secondo Archos consiste in un protocollo unico di comunicazione wireless di rete basato sull’utilizzo di pico-gateway, che si presentano sotto forma di spine intelligenti connesse ad Internet attraverso WiFi o Ethernet, con costo di 100 volte inferiore a quello delle antenne installate sui tetti. PicoWAN pianifica di distribuire gratis fino a 200.000 pico-gateway entro la fine del 2016 per garantire la distribuzione di una rete globale in tutta Europa e verrà lanciato a partire da giugno 2016.

Dotati della tecnologia LoRa, i pico-gateway possono raggiungere distanze affini a quelle delle antenne che vengono installate sui tetti dagli operatori telefonici. PicoWAN offrirà un piano di abbonamento che partirà da 50 centesimi di euro all’anno per oggetto connesso e riverserà a tutti quelli che utilizzeranno questa tecnologia, o in alternativa i pico-gateway, fino al 50% dei profitti ottenuti dalle connessioni che passano attraverso i pico-gateway stessi.

Il software integrato negli oggetti connessi sarà disponibile gratuitamente per tutti gli sviluppatori e grazie alla diffusione capillare questa tecnologia potrebbe facilitare il lancio di diversi oggetti connessi in tutti i settori, come ad esempio quello della salute, dell’agricoltura, della domotica, dell’industria e altro ancora.

L’appuntamento per una presentazione ufficiale è al Mobile World Congress il prossimo marzo 2016 a Barcellona, dove si potrà avere una dimostrazione del network in azione.

picowan